Teatro e Danza
27 Novembre Ore 21Salone delle Feste Teatro delle Muse Ancona (AN)

Descrizione

di e con Helen Cerina

musica originale Alessandro Sebastianelli

esecuzione ed adattamento musicale Alexandre Manuel

disegno luci Giacomo Gorini

produzione Déjà DonnéLo spettacolo, ha come traccia una cosmogonia personale, nella quale è definito il proprio pensiero di spazio e tempo. La messa in scena si avvale del solo corpo e musica dal vivo e con questi mezzi si vuole rendere visibile l’invisibile: come le impronte del corpo in uno spazio denso. Il personaggio che vive la scena è alieno alle abitudini e percezioni del resto dell’umanità, umanità che per altro non è certo esista ancora, forse ne sono rimaste solo le memorie. Non si sa da dove venga né cosa sia successo, il fango addosso rivela una partenza da lontano. Dopo qualcosa, qualcosa c’è. Qualche cosa: non è “niente” ma ancora non ha nome, è divenire, esplorazione, costruzione attitudine forense. Forse un nuovo mondo, la memoria di quel che era o forse l’esteriorizzazione di un mondo interiore.

selezionato con Inteatro Festival Call

progetto Marche Crea (realizzato con il sostegno della Regione Marche)

Luogo

ANCONA

Cosa Sapere

ANCONA

Cosa Vedere

ANCONA