Ancona, AN, Italia
Altri eventi
dal  18 Giugno
al  08 Agosto
 Ancona (AN)338 3980453www.cinematicafestival.com

Descrizione

Cinematica Festival 2021 si fa in tre.  Torna il Festival dell’immagine in movimento, l'unico festival italiano e internazionale che si occupa specificatamente della relazione immagine-movimento e del rapporto corpo e nuovi media nelle arti performative, filmiche e visive.
Presentato in conferenza stampa via zoom, dalla direttrice artistica Simona Lisi assieme all'assessore regionale alla cultura Giorgia Latini, all'assessore alla cultura Paolo Marasca e Velia Papa per Marche Teatro, Aldo Grassini per il Museo Omero, il professor Gianluca Moroncini per l'UNIVPM, Bruno Di Marino, curatore della mostra CamerAnimata, il professor Massimo Puliani dell'Accademia di Belle Arti di Macerata e le artiste Beatrice Pucci e Claudia Muratori.
Un festival attento ai linguaggi del contemporaneo e alle nuove tecnologie ma capace di mantenere lo sguardo fermo sull’importanza del corpo come primo e insostituibile generatore di senso. Così hanno sottolineato il carattere unico di Cinematica gli ospiti intervenuti e la direttrice artistica Simona Lisi che ha presentato gli appuntamenti di giugno (18-20) dedicati al tatto e di agosto (6-8) che avranno un focus maggiore sulle arti performative e le nuove tecnologie. Tra gli ospiti di rilievo della prima parte, quella di giugno, ci sono il sociologo Derrick De Keerchove, che parteciperà al talk in programma il 18 giugno, così come la designer Maria Rosanna Murgia, la compagnia Sosta Palmizi e l'artista Ariella Vidach (19 giugno) tra le prime a usare le tecnologie al servizio della performance, la musicista Francesca Badalini (18 giugno), i performer siciliani di Pixel Shapes, e molti altri. Non mancheranno i laboratori di tecniche somatiche, per adulti e bambini, e omaggi ad artisti del passato come quello dedicato a Giacomo Verde. Tra i talenti marchigiani sarà a Cinematica, per un laboratorio e per la proiezione del suo corto vincitore del Globo d'oro, anche Davide Calvaresi. Alle artiste del cinema d'animazione, tutte donne e legate alle Marche, è dedicata la mostra CamerAnimata, visitabile sino all'8 agosto (tutti i giorni tranne il lunedì) curata da Bruno Di Marino, dove si mostreranno le opere delle artiste invitate e si confronteranno con i bozzetti, i disegni e i pupazzi, anch'essi in mostra, che sono serviti per i loro film. Le artiste sono: Beatrice Pucci, Claudia Muratori, entrambe intervenute in conferenza stampa, Mara Cerri, Magda Guidi e Rosa Foschi. Annunciata anche la giuria della serata finale della call videodanza, che si terrà in agosto: la giuria di qualità sarà composta da Virgilio Villoresi, Enzo Cosimi e Maria Paola Zedda.
Dal 18 al 20 giugno si parte con la sezione TouchME, dal 6 all'8 agosto 2021 con Cinematica Live & Digital Experience e infine, a fare da ponte tra i due progetti, una mostra speciale: “CamerAnimata” che inaugurerà il 18 giugno e che si concluderà, appunto, l'ultimo giorno di Live & Digital, l'8 agosto. 
Cinematica chiuderà l’edizione 2021 alla fine di agosto con un laboratorio di prossimità della serie TouchME nei luoghi del terremoto, tra Roccafluvione e Arquata Del Tronto. Sì chiamerà “Alleanze - corpi in movimento” in collaborazione con Fluvione Film Festival e Ritratti D'artista.
TouchME – 18 / 20 giugno
Il percorso di Cinematica Festival - TouchME,  vuole accompagnare il pubblico e i più giovani in particolare al riavvicinamento. Non possiamo infatti pensare che il ritorno alla normalità non abbia lasciato traccia e un festival come Cinematica, dove attenzione al corpo e alla medialità si fondono in un unicum speciale, non poteva esimersi dal dedicare tempo e attenzione alla tattilità e al ritorno graduale alla vicinanza e al contatto.  Centrale in questa parte della programmazione il talk "Corporeità e Nuovi media", che caratterizza il festival sin dal primo anno, svolto in collaborazione con il Museo Omero e l'Università Politecnica delle Marche. Il talk che si svolgerà nel pomeriggio di venerdì 18 giugno (h 15.00 / 18.30 ) in presenza all'Auditorium della Mole (ma anche in live streaming, viste le limitazioni imposte dalle misure anti-Covid) , avrà come titolo “Dal tocco al touch: il senso del tatto nella corporeità mediata”.
Ospite, di nuovo dopo sette anni, Derrick De Keerchove, i due docenti di UNIVPM Gianluca Moroncini ed Emanuele Frontoni, lo psicoanalista Marco Lazzarotto Muratori, Maria Rosanna Murgia, designer e ricercatrice dell’Istituto Italiano di Tecnologia - IIT che collabora con l’Università di Pisa nella realizzazione e messa a punto della speciale SoftHand Pro, un modello innovativo di mano robotica realizzata e finanziata all’interno dei progetti europei The Hand Embodied e SoftHands, e il giovane ricercatore in neuroscienze Andrea Orlandi, fresco vincitore della prestigiosa Marie Sk?odowska- Curie Individual Fellowship. Introducono Aldo Grassini e Simona Lisi.  A corredo del talk una serie di laboratori speciali, svolti in collaborazione con il Museo Omero, studiati per far sperimentare al pubblico tecniche che lavorano in senso profondo sul tatto, alcuni per adulti altri per bambini e famiglie. I laboratori verranno svolti in totale sicurezza, saranno aperti a tutti su prenotazione (posti limitati per il distanziamento).
Il 18 giugno verrà inaugurata anche la mostra CamerAnimata, esposizione delle più importanti autrici di cinema di animazione di rilevanza nazionale e internazionale tutte di origine e provenienza formativa marchigiana.  Quattro autrici donne quasi coetanee Mara Cerri, Magda Guidi, Beatrice Pucci e Claudia Muratori e un omaggio a una autrice storica come ROSA FOSCHI mai celebrata nella sua terra d'origine.  Un percorso tra le immagini di queste autrici che spaziano dal film all’illustrazione alla installazione video, utilizzando tecniche diverse: dal disegno animato classico, alla grafica computerizzata all’animazione di pupazzi e oggetti. La mostra sarà curata da Bruno Di Marino uno dei massimi esperti italiani nel settore dell'immagine/movimento, videoarte e animazione, già curatore della mostra su Virgilio Villoresi c/o la Pinacoteca di Ancona nell’edizione Cinematica 2020. La mostra sarà aperta durante i giorni del Festival e fino all’ 8 agosto 2021. A conclusione della giornata del 18 giugno (h 21.00) la compositrice e pianista Francesca Badalini musicherà per l'occasione e in esclusiva nazionale, i corti di animazione delle artiste di CamerAnimata.
Il 19 giugno (mattino e pomeriggio) il pubblico potrà partecipare a laboratori su tema del tatto attraverso l'avvicinamento a due tecniche somatiche: il Body Mind Centering® e Tatto Interno®.  Nel pomeriggio un laboratorio per bambini sulla tattilità a cura del Museo Omero. Conclude questo momento dedicato ai bambini lo spettacolo di danza contemporanea per bimbi e famiglie “Esercizi di fantastica" dedicato a Rodari della Compagnia Sosta Palmizi (h 19.00 - Canalone Mole).  Sarà possibile per gli adulti prenotare quella che è un'esperienza  a metà tra performance e laboratorio: torna infatti a Cinematica Ariella Vidach con il progetto DANCEtheDISTANCE che indaga le possibilità aperte dalla coreografia in VR e riflette sull’ibridazione dei corpi e sull’estensione dei loro confini epidermici nella dimensione virtuale. Tre le repliche per 15 persone ogni volta. Ambedue gli spettacoli di danza sono svolti grazie alla collaborazione con Marche Teatro. Alle h 21.00 si conclude la giornata, al Canalone della Mole, con il gruppo siciliano di Media Artists Pixel Shapes, con “KRYOS Astrazione Reale”, uno dei progetti vincitori della Call di Cinematica Live & Digital Performing che ha fatto parte del prestigioso evento di videomapping globale “Farnesina: Digital Art Experience”.
Domenica 20 ancora una giornata dedicata ai più piccoli, con il passaggio dall'esplorazione tattile all'esplorazione sulla materia. La mattina (h 11.00 - 12.30) il laboratorio a cura del Museo Omero e il pomeriggio dalle 15 alle 18.00 laboratorio di piccola falegnameria con Davide Calvaresi, a seguire la proiezione del suo OLMO, il film di animazione vincitore del Globo D’Oro. A concludere questi giorni e a preludio della sezione Live & Digital Performing un omaggio al teknoartivista Giacomo Verde, scomparso lo scorso anno, in collaborazione con l’ Accademia di Belle Arti di Macerata, dove l’artista ha insegnato per molti anni, segnando una stagione artistica, di docenza e ricerca. L'omaggio è curato da Alessandro Bracalente con il supporto dell' Archivio Giacomo Verde e Anna Maria Monteverdi.
L'immagine del festival del festival è gentilmente concessa dall'artista Ellen Jantzen (www.ellenjantzen.com).
Live & Digital Experience 6-8 agosto 
Ad agosto poi Cinematica Live & Digital Experience porterà l'attenzione su lavori di artisti che riflettono sulla relazione tra live e digital performance. Saranno molti gli artisti coinvolti, alcuni facenti parte delle due Call di Cinematica (videodanza e performance / installazioni) che hanno coinvolto centinaia di artisti da tutto il mondo. Soprattutto in questo periodo di emergenza crediamo sia fondamentale dare spazio ad artisti che si muovono tra reale e digitale, per ripensare anche l'approccio alla performance e alle possibilità date dal digitale. Danza soprattutto ma anche musica e teatro, andranno a creare una sorta di caleidoscopio colorato di immagini e visioni per questo festival che ha nella multidisciplinarietà e nell'ibridazione dei linguaggi il suo tratto distintivo.
In questa sezione anche la serata finale di Cinematica Videodance Competition con la premiazione a cura della Giuria di Qualità composta da Enzo Cosimi, Virgilio Villoresi, Maria Paola Zedda. Il programma dettagliato verrà rivelato a metà luglio.
 
PROGRAMMA 18-20 giugno TouchME
 
venerdì 18 giugno
MOLE VANVITELLIANA / Auditorium
h 15.00 / 18.30
 
Talk - "Corporeità e Nuovi media"
Dal tocco al touch: il senso del tatto nella corporeità mediata
con
Derrick De Keerchove  sociologo
Emanuele Frontoni  ingegnere
Gianluca Moroncini  medico
Maria Rosanna Fossati designer
Marco Lazzarotto Muratori  psicoanalista
Andrea Orlandi  ricercatore
Introducono Aldo Grassini, presidente del Museo Tattile Statale Omero e Simona Lisi, direttrice artistica di Cinematica Festival
 
In collaborazione con il Museo Omero e Università Politecnica delle Marche
Posti limitati prenotazione obbligatoria alla mail cinematicafestival@gmail.com
 
 
 
Il Festival Cinematica propone, come ogni anno, un approfondimento sul tema della relazione, ormai imprescindibile, tra la nostra corporeità e l'utilizzo delle nuove tecnologie. Il Talk “Corporeità e Nuovi media, organizzato quest'anno in collaborazione con l'Università Politecnica delle Marche e il Museo Omero, approfondisce ogni anno un tema specifico proponendo così una “lente” sotto cui osservare questa relazione che investe la nostra epoca e specialmente la popolazione più giovane. Lontano dalla demonizzazione del mezzo tecnico Cinematica Festival sviluppa un approccio trasversale e poliedrico dove studiosi di differente provenienza si confrontano con il loro background di ricerca. Per questa edizione, che ha come concept generale “TouchME” il talk verterà sul tema del Tatto. Qual'è la relazione tra la tecnologia touch e la nostra corporeità? Come contribuisce il tatto a dare un senso di protezione e identità? Dove sta andando la tecnologia rispetto alla tattilità? Come possiamo bilanciare il nostro senso del tatto  con la sempre crescente incorporazione degli strumenti comunicativi? Ne parleranno quest'anno: Derrick De Keerchove, un graditissimo ritorno a Cinematica e sociologo di fama mondiale, i due docenti dell'Università Politecnica Gianluca Moroncini e Emanuele Frontoni, lo psicoanalista Marco Lazzarotto Muratori e due giovani ricercatori che ci parleranno delle importanti ricerche che stanno sviluppando: Maria Rosanna Fossati  e Andrea Orlandi. L'ingresso è contingentato, per rispondere nel miglior modo possibile alle normative vigenti per fronteggiare la pandemia da Covid-19 consigliamo la prenotazione.  L'evento sarà mandato live streaming nei canali web del Festival.
DERRICK DE KEERCHOVE Sociologo belga naturalizzato canadese, è stato Professore Universitario nel Dipartimento di lingua e letteratura francese all'Università di Toronto (1967-2012). Associato del Centro per la Cultura e la Tecnologia dal 1972 al 1980, ha lavorato con Marshall McLuhan come traduttore, assistente e co-autore. In 1983 è divenuto direttore del centro rinomato Programma McLuhan in Cultura e Tecnologia all’Università di Toronto (1983-2008). Dal 2004 grazie al programma Rientro dei cervelli è stato docente presso la Facoltà di Sociologia dell'Università degli Studi di Napoli Federico II da 2004 a 2014. Ora è Visiting Professor al Politecnico di Milano e Direttore scientifico di Media Duemila e dell’Osservatorio TuttiMedia. Autore di 12 libri (alcuni tradotti in 10 lingue), il suo ultimo libro, The Quantum Ecology, in collaborazione con Dr Stefano Calzati è destinato a MIT Press (2022).
GIANLUCA MORONCINI Professore Ordinario di Medicina Interna presso UnivPM. E’ Direttore della Clinica Medica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ancona e delle Scuole di Specializzazione in Medicina Interna e Medicina d’Emergenza-Urgenza. Il suo principale focus scientifico è costituito dalle malattie del sistema immunitario, oggetto delle tesi di Laurea, Specializzazione e Dottorato di Ricerca. Ha svolto una post-doctoral fellowship di 3 anni presso il Dipartimento di Immunologia dello Scripps Research Institute a La Jolla, California. E’ autore di più di 60 lavori scientifici internazionali, molti dei quali dedicati allo studio della sclerodermia. Uno di questi è stato realizzato grazie ai fondi di un bando competitivo finanziato dalla World Scleroderma Foundation, e sarà uno dei topic del convegno. E’ stato recentemente invitato a far parte del Consiglio Direttivo del Gruppo Italiano Lotta alla Sclerodermia (GILS) ed è docente nel Corso internazionale della European League Against Rheumatism (EULAR) dedicato alla sclerodermia.
EMANUELE FRONTONI Emanuele Frontoni, professore di Informatica e di Computer Vision del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università Politecnica delle Marche, svolge la sue attività di ricerca nel settore dell’intelligenza artificiale e della visione, dell’analisi del comportamento umano, della realtà aumentata e degli spazi sensibili. E’ autore di oltre 120 articoli internazionali.
MARCO LAZZAROTTO MURATORI Psichiatra e psicoanalista esercita come libero professionista a Rimini, Pesaro e Ancona. E’ membro di Jonas Italia, docente di Psichiatria presso la sede IRPA di Ancona (Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata, scuola di specializzazione fondata e diretta da Massimo Recalcati). Si è occupato di critica cinematografica su alcune riviste del settore (“Nocturno”, “Inland”). Oltre ad alcune pubblicazioni scientifiche su riviste e libri dell’area psichiatrica, recentemente ha collaborato come co-autore al volume “Stephen King - Dal libro allo schermo” uscito nel 2020 per Minimum Fax. Nel 2019 è uscita la sua raccolta di poesie “La casa della memoria”.
 
MARIA ROSANNA FOSSATI Maria Rosanna Fossati ha un dottorato in Design al Politecnico di Milano e lavora presso Istituto Italiano di Tecnologia di Genova come designer, gestendo, in collaborazione con il team di progettazione di SoftHand Pro, gli aspetti legati alla finitura delle protesi robotiche e i relativi aspetti estetici e sociali. È anche tester per lo sviluppo della mano robotica SoftHand Pro essendo nata con un'agenesia congenita dell'avambraccio sinistro. Altri interessi di ricerca riguardano il design per l'inclusione sociale: è consulente e svolge attività di ricerca accademica su tematiche legate all'Universal Design, occupandosi di accessibilità e fruibilità di ambienti e servizi. In quest'area si occupa di aspetti estetici ed ermeneutici di spazi, prodotti e servizi per utenti con esigenze specifiche. Nella sua vita privata indaga da sempre il rapporto tra corpo e disabilità, attraverso diversi linguaggi, tra cui il ballo in tutte le sue forme, di cui è appassionata.
ANDREA ORLANDI Assegnista di ricerca presso il Laboratorio di Neuroscienze Sociali e Cognitive dell’Università di Roma “La Sapienza”. Consegue con lode un dottorato in Psicologia, Linguistica e Neuroscienze Cognitive presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca in seguito ad una Laurea in Psicologia. La sua formazione come danzatore contemporaneo gli permette di coniugare danza e neuroscienze nello studio del cervello umano. Indaga le rappresentazioni neurali multisensoriali del corpo e dell’azione complessa, con interesse verso la neuroestetica e la cognizione sociale. Attualmente è Principal Investigator del progetto Beyond Your Own Body finanziato dalla Bial Foundation, che indaga il ruolo delle interazioni e delle rappresentazioni spaziali nell’apprezzamento estetico della danza. Grazie ad una Marie Curie Global Fellowship continuerà i suoi studi in collaborazione con la Macquarie University di Sydney, approfondendo la relazione tra capacità interocettive e movimento osservato.
 
MOLE VANVITELLIANA / Sala Vanvitelli
h  19.00
Inaugurazione della Mostra “CamerAnimata”
cinque artiste marchigiane dal segno al film
Mara Cerri, Magda Guidi, Claudia Muratori, Beatrice Pucci e un omaggio a Rosa Foschi
alla presenza delle artiste e il curatore Bruno Di Marino
 
L’animazione sperimentale e d’autore italiana conta numerosi talenti, tra cui molti diplomati all’ISA di Urbino e/o marchigiani di nascita. Del resto questa prestigiosa scuola e le Marche in generale, hanno sfornato fin dagli anni’50-’60 autori e artisti dediti al cinema d’animazione che hanno tra l’altro sempre avuto risonanza internazionale (pensiamo a Gianluigi Toccafondo e Simone Massi). Ma l’altro primato che ha sia questa scuola sia l’ambito dell’animazione in generale è aver formato molte donne, aspetto non secondario nel campo cinematografico in cui continuano a prevalere i registi maschi.  Inevitabile dunque dedicare una mostra a quattro artiste che lavorano da sempre con l’animazione: Mara Cerri e Magda Guidi (spesso in tandem da molti anni), Claudia Muratori e Beatrice Pucci. Diplomate all’ISA e operanti nel territorio ma con esperienze anche all’estero, tutte e quattro spaziano dal film all’illustrazione alla installazione video, utilizzando tecniche diverse: dal disegno animato classico, alla grafica computerizzata all’animazione di pupazzi e oggetti. A loro si aggiunge una veterana come Rosa Foschi, artista che vive a. Roma dagli anni ’60 ma marchigiana di nascita, la quale – sia in coppia con il marito Luca Patella, che da sola – ha realizzato tra gli anni ’60 e ’70 diversi cortometraggi di animazione per la Corona Cinematografica, tra cui Ma Femme e Amour du Cinéma.   La mostra – il cui titolo si si riferisce sia alla “camera” intesa come macchina da presa sia alla wunderkammer (il gabinetto delle meraviglie creato da Rodolfo II di Asburgo) –  vuole evidenziare il percorso dal segno al film compiuto da queste rigorose autrici che lavorano con l’animazione muovendosi però nell’ambito dell’illustrazione e delle arti visive. Un percorso che si articola attraverso il disegno, l’elemento scultoreo e oggettuale, la fotografia, l’elaborazione digitale dell’immagine. Un percorso che assume forme narrative e sperimentali, attraverso una visione installativa o monocanale. Il tutto generando un immaginario espanso dove gli schermi in loop dialogano con le opere, rivelando agli occhi dello spettatore le fasi di un processo creativo che negli spazi della Mole diventa collettivo e condiviso.  CamerAnimata è l’occasione non solo per celebrare un’arte ancora poco valorizzata come quella dell’animazione e dell’animazione nostrana in particolare, ma anche per mostrare meglio quanto e come essa sia riconducibile al contesto delle arti visive, ampliando così la nostra cultura visuale, all’insegna di una vocazione in cui l’estetica dell’intermedialità non sia solo una vuota e banale formula alla moda, ma sia invece foriera di nuovi scambi, sviluppi e prospettive.     
 
MOLE VANVITELLIANA / Canalone
h 21.00
Sonorizzazione dei corti delle artiste di CamerAnimata a cura di Francesca Badalini
con Francesca Badalini, pianoforte e percussioni e Andrea Grumelli, basso e synth
gratuito, prenotazione  obbligatoria su Eventbrite
Il progetto ideato per Cinematica verte su quella particolare adesione alle immagini, quasi "tattile", immediata, totale e irripetibile, in quanto estemporanea, possibile soltanto con l’improvvisazione dal vivo. Tramite questa reazione in tempo reale i musicisti dialogano con le immagini delle animatrici della mostra CamerAnimata, e i loro diversi stili, creando un punto di incontro tra il pubblico e le artiste, ogni volta nuovo e vitale.
 
sabato 19 giugno
MOLE VANVITELLIANA / Sala Polveri
h 10.00 / 13.00
Laboratorio di Tatto Interno©
con Michele Marchesani
gratuito, posti limitati, obbligatoria la prenotazione Eventbrite 
 
Il Tatto Interno
Il movimento e la percezione si fondono in una tecnica di benessere ed esplorazione. Ad ogni stimolo, anche il più sottile, il nostro corpo, per ristabilire un equilibrio, reagisce adattandosi. I tessuti corporei, in questo evento, si sciolgono o si contraggono inducendo nei muscoli e nelle articolazioni un impulso. Nasce così un gesto, un movimento. Lo stimolo che può essere un suono, un pensiero o un’intenzione diventa così fattore scatenante di innumerevoli forme corporee che, per la loro naturale tendenza, si esprimono senza fatica. Tecnicamente può essere definito come un auto-rilascio della FASCIA (tessuto connettivo), con effetti importanti sui processi di guarigione. www.tattointerno.it
Michele Marchesani Comincia il suo lavoro sul corpo nel ‘96 attraverso lo studio dello Shiatsu (di cui è attualmente operatore http://www.fisioshiatsu.com e insegnante http://www.shiatsu-shintai.it/), nel 2003 sintetizza il “Tatto Interno”, tecnica corporea di movimento e percezione. Ha successivamente approfondito la sua tecnica studiando ShinTai, le fasce, i chakra e l’Attivazione del Corpo di Luce (Light Body Yoga) soddisfacendo il suo interesse e la sua curiosità per i sistemi olistici si è avvicinato con passione a diverse discipline quali: la cucina macrobiotica e naturale, la diagnosi orientale, i fiori di Bach, il Chi Chung, la meditazione, le tecniche di respirazione, il Reiki, i cinque tibetani e altre tecniche olistiche. E’ stato per due anni presidente dell’Associazione Italiana Mondo Olistico promuovendo incontri ed eventi sulle tecniche alternative. Nel 2004 (insegnando il Tatto Interno ad un Festival Internazionale di danza) conosce la contact improvisation, che segue come allievo, organizzatore di eventi e negli ultimi anni occasionalmente come insegnante. Dalla sintesi e dalla rielaborazione delle sue conoscenze ha derivato il Tatto Interno, tecnica fondata sulla guarigione e sul movimento, di cui tiene corsi dal 2004.
MOLE VANVITELLIANA / Sala Polveri
h 15.30- 17 e 17.30-19
Il tocco consapevole
Laboratorio di BodyMind Centering®
condotto da Roberta Bassani (Danzaterapeuta, BMC® SME e IDME)  e  Margherita Ferraro (terapista Neuropsicomotricità dell’Età Evolutiva, BMC® SME e IDME)
gratuito, posti limitati, obbligatoria la prenotazione su Eventbrite
 
Quando tocchiamo qualcosa o qualcuno immediatamente la nostra mente entra in relazione con la pelle considerata la linea di confine dove molte informazioni si incontrano e sensazioni e percezioni costruiscono la nostra consapevolezza. Durante l’esperienza si farà un’esplorazione sul sentire attraverso la pelle e come questo di conseguenza crea due azione specifiche di movimento: andare via da ciò che ci sembra sgradevole o andare verso ciò che è piacevole.  L’incontro avrà la durata di 3 ore, si consiglia abbigliamento comodo. La proposta è sviluppata sui principi del Body Mind Centering BMC®,  un approccio integrato all’analisi e alla rieducazione del movimento somatico, alla conoscenza del corpo e allo sviluppo della coscienza. Sviluppato da Bonnie Bainbridge Cohen a partire dagli anni ’70, è uno studio esperienziale che fa uso del movimento, del tocco consapevole, della voce e della mente nell’esplorazione di principi anatomici, fisiologici e psicofisici, e ai processi di sviluppo senso-motorio in età evolutiva.
Roberta Bassani  Danzatrice, interprete e Danza Movimento Terapeuta, docente e supervisore ATI-APID, Certificated Body-Mind Centering come Somatic Movement Educator (SME) e Infant Developmental Movement Educator (IDME) e insegnante di Massaggio Infantile AIMI. Vice Presidente di “La Mia Misura ASD”, fondatrice e coreografa della Compagnia della Mia Misura, progetto di Teatro Danza sull’inclusione sociale. Da oltre quindici anni lavora in ambito sociale, culturale e artistico, utilizzando le sue competenze nell’ambito del movimento espressivo sia con gruppi di persone che con interventi individuali.  Incontra le famiglie e i bimbi presso “Latte E Coccole APS” dove conduce corsi di Massaggio Infantile e laboratori di educazione al movimento 3-15 mesi. Si occupa anche di formazione e consulenza in ambito aziendale.
Ferraro Margherita Terapista della Neuropsicomotricità dell’età Evolutiva, lavora in ASL  Roma1  e si occupa di disturbi del Neurosviluppo.  Integra le proprie conoscenze in ambito clinico a progetti di prevenzione e supporto alla genitorialità e allo sviluppo. E’ Educatrice del movimento somatico e Infant Developmental Movement Educator certificata Body-Mind Centering. Ed Educatrice perinatale. Collabora con molte associazioni sul territorio laziale e campano che si occupano di maternità e di sviluppo, è insegnante di Massaggio Infantile (AIMI) e consulente di Babywearing.
 
MOLE VANVITELLIANA / Museo Omero
h 16.00 e ore 17.30.
Viaggi di mani nell’Arte
Laboratorio per docenti, operatori museali, educatori, studenti a cura dello staff del Museo Omero
Il rapporto tra Arte e tattilità verrà trattato attraverso attività laboratoriali ispirate al Manifesto sul Tattilismo di Filippo Tommaso Marinetti.

Prenotazione obbligatoria presso MUSEO OMERO. Massimo 10 persone a turno. Costo: 4,00 euro a partecipante, gratuito per persone con disabilità e loro accompagnatori.
MOLE VANVITELLIANA / Auditorium e Foyer
h 17.00 - h 19.00 – 21.00 (3 repliche)
AIEP – Avventure in Elicottero
DANCEtheDISTANCE
Idea e regia Claudio Prati e Ariella Vidach
Coreografia Ariella Vidach
La Realtà virtuale offre una condizione spazio/temporale straordinaria e chi vi partecipa è posto al centro di un’esperienza unica che coinvolge tutti i sensi e nella quale è possibile percepirsi e percepire la presenza degli altri per sperimentare una nuova dimensione che forza la soglia e ci interroga sui limiti e potenzialità del virtuale. Proprio in quest’ottica Move in VR, laboratorio-workshop performativo, intende proporre a un gruppo di 10 partecipanti - da remoto in collegamento dalla propria casa o studio o ufficio, un’esperienza in realtà virtuale che darà loro la possibilità di sperimentare fisicamente una nuova dimensione, creare e danzare una coreografia partecipata. Move in VR sarà condotto dalla coreografa Ariella Vidach che in questa occasione, oltre a quello di insegnante svolgerà un ruolo di mediatrice/facilitatrice per istruire il gruppo sul funzionamento del sistema e accompagnarlo alla scoperta dello spazio, creato appositamente nella Piattaforma Mozilla Hub. Le indicazioni su come usare la piattaforma saranno all’interno di un momento introduttivo via videoconferenza (video tutorial) che consentiranno di istruire i partecipanti, di approfondire ed estendere le conoscenze sulle possibilità offerte dallo spazio virtuale.
 
In collaborazione con MARCHE TEATRO
Ingresso 5€ su prenotazione, 15 persone a replica, biglietteria a cura di Marche Teatro
 
 
MOLE VANVITELLIANA / Canalone
CINEMATICA KIDS
h 19
SOSTA PALMIZI
Esercizi di Fantastica
da un’idea di Giorgio Rossi
una creazione di Elisa Canessa, Federico Dimitri, Francesco Manenti, Giorgio Rossi
interpreti Elisa Canessa, Federico Dimitri e Francesco Manenti
scenografie Francesco Givone, Francesco Manenti, Francesca Lombardi, costumi Beatrice Giannini, Francesca Lombardi, illustrazioni Francesco Manenti, disegno luci Elena Tedde, produzione Associazione Sosta Palmizi
con il contributo di MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo/Direzione generale per lo spettacolo dal vivo; Regione Toscana/Sistema Regionale dello Spettacolo. Con il sostegno di Armunia (Rosignano LI), Wintergarten – Atelier di Teatro Permanente (Livorno), Comune di Castiglion Fiorentino (Ar)
in collaborazione con MARCHE TEATRO- Ingresso 5€,  prenotazione obbligatoria, biglietteria a cura di Marche Teatro
Una casa grigia. Tre personaggi grigi. Annoiati, scialbi e obnubilati dal mezzo tecnologico, si muovono come prigionieri di un meccanismo prestabilito, il loro sguardo è sempre rivolto agli schermi. Ma ecco arrivare un elemento inaspettato! Una farfalla sposterà il loro sguardo altrove e la casa diventerà teatro di nuove avventure e di trasformazioni. Un crescendo di emozioni e peripezie in cui i tre personaggi riscopriranno finalmente il potere della fantasia, in un continuo gioco a liberare i corpi e le menti. Esercizi di fantastica racconta, con il linguaggio della danza e del movimento, il potere dell’immaginazione che trasforma cose e persone in qualcosa di sempre inaspettato e straordinario. Gli autori sono stati ispirati dall’idea di “Fantastica” dello scrittore Gianni Rodari, di cui nel 2020 si celebrano i 100 anni dalla nascita. Vicino al surrealismo degli anni ’50 e ispirandosi all’opera di Alfred Jarry e alla sua patafisica (la scienza delle soluzioni immaginarie), Rodari affermava infatti l’esistenza di una Fantastica in totale contrapposizione alla Logica.
 
MOLE VANVITELLIANA / Canalone
h 21.00
PIXEL SHAPES
KRYOS Astrazione Reale
performance audiovideo
Video: Pixel Shapes
Audio: Michele Di Leonardo
Una produzione di  Associazione Culturale Aurea – Augmented Reality
Con il sostegno di Associazione Culturale Babel
 
Ingresso 5 €, prenotazione obbligatoria , biglietteria a cura di Marche Teatro
 
Kryos, dal greco “ghiaccio, freddo”, ideata durante i mesi di lockdown del 2020, vuole essere una forte critica nei confronti della società moderna, che non riesce a dare il giusto peso alla grande crisi climatica e ambientale, già in atto da molto tempo, e mira a dar voce alle riflessioni sulle tematiche attuali come il cambiamento climatico o mutazioni climatiche. La performance Audio Video, generata attraverso l’uso del software TouchDesigner, è un incastro di immagini astratte, fotografie ambientali e distorsioni visive, generate da un lavoro di sound design con suoni registrati dal vivo e campionati. Le geometrie frammentate, che si evolvono a ritmo di musica, smaterializzano così la materia, tanto da generare particelle impazzite, confuse, senza scopo, come ciò che sta avvenendo nel mondo.
 
Mostra CamerAnimata (Sale Vanvitelli) aperta dalle h 18.00 alle 22.00
ingresso gratuito
 
Domenica 20 giugno
MOLE VANVITELLIANA / MUSEO OMERO
h 10.00 e h 11.30
Ricordi di famiglia - Laboratorio per famiglie
 a cura dello staff del MUSEO OMERO
Le storie che leggiamo al Museo sono vere e originali, come la vostra! Sarà divertente ricostruire la vostra storia di famiglia, tutta da toccare, proprio come i libri che avete scovato qui al Museo. Potrete raccontare tutto di voi con un grande libro di
cartone già rilegato, senza colori o matite, ma solo con colla, forbici e tanti materiali.
Prenotazione obbligatoria presso MUSEO OMERO. Massimo 3 famiglie a turno.
Costo: 4,00 euro a partecipante, gratuito per bambini 0-4 anni, persone con disabilità e loro accompagnatori. Prenotazione al 3355696985 o via mail a didattica@museoomero.it
 
MOLE VANVITELLIANA / Canalone fronte Sala Boxe
CINEMATICA KIDS
h 15.00 / 18.00
Laboratorio di Piccola Falegnameria
A cura di Davide Calvaresi
per bambini dai 6 ai 12 anni
Costruisci il tuo burattino. In seguito alla visione di Olmo un film di legno, i partecipanti si cimenteranno nella costruzione di un burattino di legno. La falegnameria didattica nasce dal desiderio di far riscoprire la bellezza della lavorazione del legno. E’ un laboratorio didattico studiato per dare ai partecipanti le conoscenze e le capacità tecniche di base per lavorare il legno. Si useranno attrezzi veri del falegname come martelli, chiodi età, etc 
 
gratuito, prenotazione obbligatoria, max 15 partecipanti dai 6 ai 12 anni  Massimo 15 bambini a turno su EventBrite
 
h 18.30
SALA delle POLVERI
proiezione del corto di animazione
“ Olmo, un film di legno” vincitore del Globo D'oro 2019
Regia: Davide Calvaresi
durata: 20 minuti
Questa è a storia di Olmo un pezzo di legno inquieto e disoccupato che non sapendo dove sbattere la testa, sbatte la testa. Le giornate a casa di Olmo passano tutte uguali fino a quando un incontro inaspettato stravolge la sua vita.
 
h 19.00 / 22.00
Il Teknoartivista
Omaggio a Giacomo Verde
A cura di Alessandro Bracalente, con il supporto di Anna Maria Monteverdi e l'Archivio Giacomo Verde
In collaborazione con l’Accademia Di Belle Arti di Macerata
 
h 19.00  proiezione di “Solo limoni” a vent'anni dal G8 di Genova, a seguire una selezione di filmati di repertorio
Partecipano i docenti dell' Accademia di Belle Arti di Macerata Massimo Puliani, Matteo Antonini
 
A un anno dalla sua scomparsa, celebreremo una delle più importanti figure dell’arte elettronica italiana. Giacomo Verde,  teknoartivista, come amava definirsi, è stato impegnato sin dai primi anni '80 nella ricerca di un’arte svincolata dai generi, caratterizzata dalla contaminazione e l’ibridazione dei linguaggi.  È tra i primi italiani a realizzare opere di arte interattiva e net-art, ha collaborato con diverse formazioni come autore, attore, performer, musicista, video scenografo e regista. La sua ricerca lo ha portato negli anni ad affrontare Realtà Virtuale, Ologrammi, AI cercando sempre di smontarne i meccanismi per osservare e rendere palesi le mutazioni tecno-antropo-logiche in atto. Ha realizzato "oper’ azioni” caratterizzate sempre dall’utilizzo consapevole e creativo di una tecnologia “povera”, sotto l’insegna di un’impegno sociale e politico incessante. Nel 1989 realizza “H&G TV”,  il suo primo teleracconto, tecnica che continuerà a sviluppare negli anni diventando un vero e proprio “genere drammaturgico”.  Nel 2001, realizza il video Solo limoni documentazione videopoetica in 13 episodi sull’anti G8 di Genova, che si segnala tra i contributi più notevoli legati al celebre accadimento.  Ha insegnato in diverse Accademie Di Belle Arti italiane (Torino, Venezia, Carrara) tra cui quella di Macerata, che collabora all’evento, lasciando un segno indelebile tra gli studenti e i docenti che lo hanno stimato e amato.  Durante questo omaggio, un po' performativo alla maniera di Giac, vedremo una selezione di opere video tra cui “Solo limoni” nel ventennale di quel G8 che ha segnato un’intera generazione.
 
 
h 22.15 Replica di “OLMO”
Tutte le proiezioni in Sala Polveri ingresso gratuito consigliata la  prenotazione su Eventbrite, i posti in Sala Polveri sono limitati a 40.
 
Mostra CamerAnimata aperta dalle h 18.00 alle 22.00
ingresso gratuito
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Luogo

ANCONA

Cosa Sapere

ANCONA

Cosa Vedere

ANCONA

Altri Eventi Consigliati