Feste popolari
dal  23 Settembre
al  Oggi
Maiolati Spontini Maiolati Spontini (AN)

Descrizione

Un fine settimana di cultura, musica e idee, per immaginare e costruire il futuro di una comunità sempre più legata alla figura del grande compositore Gaspare Spontini. Parliamo del progetto strategico “MaSpo Territorio in Musica. Nuove forme di rigenerazione, per la valorizzazione e rigenerazione urbana del centro storico del comune di Maiolati Spontini” e del “Festival Pergolesi Spontini. Come per magia”, che si presenteranno e incontreranno il pubblico nel fine settimana dal 23 al 25 settembre con due grandi eventi: il Festival MaSpo e gli Spontini Days.
Maiolati Spontini ospiterà attività culturali, musicali e di promozione del territorio, proprio nello spirito di MaSpo, un progetto che, da una parte, mira ad assumere il ruolo di modello virtuoso di rigenerazione, ricercando e promuovendo forme di interventi in sinergia con gli altri enti, come appunto la Fondazione Pergolesi Spontini, associazioni e imprese culturali; e che dall’altra vuole costruire le necessarie azioni – materiali ed immateriali – volte alla realizzazione della visione di un territorio in musica.
«Vogliamo calare nella contemporaneità – sintetizza il sindaco Tiziano Consoli – i valori culturali e umani rappresentati da Gaspare Spontini, figura portante del progetto su cui innestare nuove forme di rigenerazione». 
Nel fine settimana dal 23 al 25 settembre il Festival MaSpo proporrà spettacoli musicali con ospiti conosciuti a livello nazionale ed internazionale, mostre fotografiche con scenario il borgo, la  mostra “Artistico Borgo di Artigianato Artistico” con prodotti enogastronomici tipici e il workshop sui primi risultati del progetto strategico, intorno al quale si aprirà un confronto, con illustri relatori per proporre suggestioni e buone pratiche per costruire il percorso dei cantieri progettuali attivabili su Maiolati Spontini.
«Vogliamo che il Festival MaSpo insieme con gli Spontini days – dice l’assessore alla Cultura Tiziana Tobaldi – possano diventare l’epifania di un’evoluzione dinamica della visione strategica di rigenerazione, che parte dalle radici culturali e si declina in azioni espressive della contemporaneità».
Gli appuntamenti, ad ingresso gratuito per quanto riguarda il Festival MaSpo, prenderanno il via venerdì 23 settembre alle ore 18 nel centro storico di Maiolati Spontini con l’inaugurazione delle mostre fotografiche “Wiki love monuments 2021”, nella Casa delle Fanciulle, “Maiolati vista con gli occhi di Celeste”, nelle vie del borgo, a cura dell’associazione Ar.Co. e la mostra “MaSpo racconta. Il Borgo al Centro: alla ricerca di nuove forme di rigenerazione”. Nella Casa delle Fanciulle, nelle tre giornate del Festival ci sarà anche la presentazione di “MetaPiazza project. Le opportunità del Metaverso per l’accessibilità culturale”: uno stand dimostrativo delle tecnologie della realtà virtuale con il professore Michal Hyjex, del Department of Multimedia at the Academy of Fine Arts di  Cracovia.
Sempre venerdì, e sempre nella Casa delle Fanciulle, ci saranno altri due eventi: alle ore 19, l’esibizione del “Coro polifonico Gaspare Spontini” con “Le vie della musica: dal neoclassicismo spontiniano al pop”, diretto dal Maestro Michele Quagliani, mentre alle ore 21 Cesare Catà presenterà “Cercasi Silvia disperatamente”. Sarà una lezione spettacolo su Leopardi del noto filosofo e performer teatrale, diventato famoso e apprezzato per le sue esibizioni con monologhi sia in teatro che in luoghi inusuali come spiagge, pub, boschi, montagne. Dottore di ricerca in Filosofia, ha avuto esperienze accademiche in Italia e all'estero. È autore di “Filosofia del fantastico” (2012).
Sempre venerdì, alle ore 21, ci sarà anche il concerto degli “Spontini days. Festival Pergolesi Spontini”, nella chiesa di Santo Stefano, dal titolo “Cantate da camera” con musiche del compositore maiolatese che fu autore di un importante numero di composizioni vocali da camera in italiano (su testi di Metastasio), in tedesco (su testi di Goethe) e soprattutto in francese, queste ultime spesso dedicate a influenti dame della società francese, prima fra tutte l’Imperatrice Giuseppina Buonaparte. Per informazioni e prenotazioni biglietteria@fpsjesi.com o info@fpsjesi.com.
Sabato 24 settembre, dalle ore 10,30 alle 16,30, si terrà il workshop “MaSpo Territorio in musica. Nuove forme di rigenerazione”, nella chiesa di San Giovanni. Dopo i saluti istituzionali delle autorità, saranno presentati i tre cantieri progettuali: “Borgo Musicale. Sviluppo delle economie della cultura” che vedrà come relatori Paola Marchegiani, per la Regione Marche, Sara Leonetti e Emanuele Frontoni; “Smart Village: Borgo del riuso e della attivazione delle risorse” con la direttrice generale della Fondazione Pergolesi Spontini Lucia Chiatti, Stefania Romagnoli della biblioteca la Fornace, la coordinatrice artistica dell’Istituto Musicale Gaspare Spontini Maria Puca e il musicista e scrittore Antonio Gramentieri; e infine “Nuove forme di narrazione del centro storico” con il sociologo urbano Marco Castrignanò, Graziano Giacani di Brand Festival e Giovanni Teneggi, direttore Confcooperative. A moderare il seminario saranno gli architetti Roberta Angelini e Gloria Vitali.
Alle ore 18, nuovo appuntamento degli “Spontini days. Festival Pergolesi Spontini”, nella chiesa di Santo Stefano, con il concerto “Choralia”, un “instant concert” dal forte impatto emotivo ed esperienziale per valorizzare, riadattandole, alcune pagine corali di Spontini, tratte dalle sue opere più celebri con la partecipazione dei migliori coristi marchigiani diretto da Carlo Marganti. Per informazioni e prenotazioni sempre biglietteria@fpsjesi.com o info@fpsjesi.com.
Ancora musica alle ore 21,30, in piazza della Vittoria, con il concerto di Don Antonio + De Graces dal titolo “Nuove consonanze. Viaggio ai confini di Morricone”. Protagonista con questo gruppo di musicisti di grande talento che ha suonato nei principali festival e club fra Stati Uniti, Inghilterra, Australia, Europa, Scandinavia e Balcani è la musica di Morricone, una delle poche della storia contemporanea che ha saputo indelebilmente “disegnare” un paesaggio nuovo (in caso di pioggia l’evento si terrà all’interno della chiesa di Santo Stefano). 
Domenica 25 settembre si aprirà, alle ore 10, in piazza della Vittoria, con un altro appuntamento degli “Spontini days. Festival Pergolesi Spontini” dal titolo “Il giovane Spontini”, una caccia al tesoro musicale, itinerante, per bambini e bambine dai 6 ai 12 anni, in collaborazione con Istituto Comprensivo “C. Urbani” di Moie (indirizzo musicale). Sarà un’avventura alla scoperta del compositore, tra mappe, indizi, enigmi e musica dal vivo.
Infine, alle ore 17,30, la Casa delle Fanciulle ospiterà l’evento conclusivo della rassegna MaSpo: un reading musicale-letterario dal titolo “La letteratura e i Pearl Jam”. Sarà una lettura dal romanzo “Anni luce” di Andrea Pomella con brani live acustico cover dei Pearl Jam, che vedrà come interpreti Davide Morresi (storytelling), Cristina Cantiani (reading), Indùo-Francesco Coltorti, Gabriel Savini (live).
«Il MaSpo Festival - spiegano le ideatrici del progetto e del Festival Roberta Angelini e Gloria Vitali - rappresenta la prima azione del Piano strategico per proporre il centro storico di Maiolati Spontini come borgo fulcro di attività creative, per provare a invertire la traiettoria negativa di marginalizzazione, puntando sull’idea che l’arte sia un volano di sviluppo economico. Il progetto vuole quindi costruire un percorso trasformativo visibile non solo nel ripensare la ristrutturazione e la rivitalizzazione dei luoghi e degli edifici ma soprattutto nella grande mobilitazione, a livello locale, nazionale e internazionale, di risorse economiche, professionali ed umane che si coagulano per avviare un cambiamento più ampio che investa tutto il territorio. Un borgo che diventa spazio espositivo ed espressivo, luogo di incontro e di incubazione per innovatori e creativi, giardino urbano per coltivare reti di socialità e collaborazione tra artisti, creativi, musicisti e cittadinanza. La rigenerazione culturale come motore di possibilità umana e sociale».
Nelle tre giornate della rassegna sono previsti, dalle ore 18, in piazza Pia Piccioni, gli “Aperitivi Spontiniani”. Sempre nelle tre giornate il Museo Gaspare Spontini sarà aperto per le visite guidate dalle ore 16 alle ore 19. 

Luogo

MAIOLATI SPONTINI

Cosa Sapere

MAIOLATI SPONTINI

Cosa Vedere

MAIOLATI SPONTINI

Altri Eventi Consigliati

Preferenze Cookie
Le tue preferenze relative al consenso
Qui puoi esprimere le tue preferenze di consenso alle tecnologie di tracciamento che adottiamo per offrire le funzionalità e attività sotto descritte. Per ottenere ulteriori informazioni, fai riferimento alla Cookie Policy.Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento.
Analytics
Questi cookie ci permettono di contare le visite e fonti di traffico in modo da poter misurare e migliorare le prestazioni del nostro sito. Ci aiutano a sapere quali sono le pagine più e meno popolari e vedere come i visitatori si muovono intorno al sito. Tutte le informazioni raccolte dai cookie sono aggregate e quindi anonime.
Google Analytics
Accetta
Declina
Accetta tutti
Rifiuta tutti
Salva la corrente selezione