Palio della rana

Fermignano rivive la sua storia


da: Gio, 25. Aprile 2019
 a: Dom, 28. Aprile 2019
Vie del paese
FERMIGNANO, PU
0722.330523
www.proloco-fermignano.it
Mappa

Origini e storia

Fin dalle origini il “Castello” di Fermignano è stato alle dipendenze del Municipio di Urbino. Con l’aumentare della popolazione e dopo varie istanze, il 28 settembre 1607 la città ottiene dal Duca di Urbino Francesco Maria II della Rovere , 15° Conte di Montefeltro, il permesso di governarsi tramite un “Consiglio Municipale” formato da 24 consiglieri (10 del “Castello” e 14 delle “Ville” circostanti). L’evento è spontaneamente festeggiato dagli abitanti la domenica dopo Pasqua (“Domenica in Albis”) con banchetti, canti e giochi come la corsa coi sacchi, la rottura delle pignatte, l’albero della cuccagna e la corsa delle rane in carriola. L’autonomia dura solo alcuni anni, fino alla morte del Duca ed al ritorno dell’intero territorio sotto il diretto controllo dello Stato Pontificio. Inizia allora un lungo periodo di decadenza che porta alla fine delle tradizioni goliardiche e dei caratteristici festeggiamenti.

Nel 1966 l’Associazione Pro Loco ripristina la gara considerata più originale: la corsa delle rane in carriola, dandole il nome “Palio della Rana” e stabilendone il regolamento. Nel 1995 è istituito il Palio dei putti, destinato a ragazzi e ragazze di età inferiore ai 12 anni.

     

La gara del Palio, il regolamento 

La gara del Palio della Rana parte dal Monumento ai Caduti, percorre Via Martiri della Libertà, la più ampia del paese e ha come traguardo Piazza Garibaldi. Tutto il percorso è lungo 170 metri. Ognuna delle sette Contrade cittadine può mettere in gara quattro concorrenti o “scariolanti”. Il Magnifico Maestro di Campo, alla presenza dei Giudici d’Arrivo e di un rappresentante per Contrada stabilsce, tramite sorteggio, in quale batteria e in quale posizione di partenza è destinato ogni concorrente. A questo punto vengono portate le rane, visitate da un veterinario. I giudici di partenza provvedono a posizionarle sulle carriole al via della gara. Pena la squalifica è assolutamente vietato ai concorrenti ostacolare gli avversari durante la corsa. La rana decide secondo la propria vivacità di non saltare mai fuori dalla carriola o saltare una o più volte, senza limiti. Il concorrente potrebbe perciò fare un percorso netto (senza salti della rana) o doverla inseguire nelle altre corsie. In prossimità dell’arrivo ciascun corridore deve comunque rientrare nella corsia a lui assegnata alla partenza e tagliare il traguardo spingendo la carriola con la rana a bordo. I vincitori delle sette batterie più un sorteggiato tra i secondi arrivati, giocheranno le due semifinali. I primi e i secondi arrivati gareggeranno nella finalissima. 

      

Gli “Scariolanti”: velocità, preparazione, abilità e fortuna!

Molti dicono che vincere il Palio sia una questione di sola fortuna, perché tutto dipende dalle intenzioni della rana di saltare dalla carriola in cerca di libertà o di restare incollata al mezzo per godersi l’ebbrezza della velocità! Una buona dose di verità c’è ma è stato dimostrato dalle trascorse competizioni che un concorrente preparato alla corsa e dotato di una certa abilità nell’impostazione della gara e del mezzo, ha molte possibilità di raggiungere il traguardo prima degli altri. Occorrono doti di velocità, scatto di partenza, ma soprattutto equilibrio e abilità nel condurre la carriola senza scossoni o sobbalzi (la rana va controllata e prevenuta se possibile nei movimenti), colpo d’occhio (non bisogna ostruire con la carriola gli avversari), e ancora una certa freddezza, perché a pochi metri dal traguardo possono verificarsi cambi di posizione repentini, causati dal salto della propria o altrui rana l’agonismo potrebbe provocare brutti strappi muscolari o qualche incidente alla rana. 

 

Le Sette Contrade

Ca’L’Agostina (colori: bianco e celeste)          Calpino     (colori: giallo e rosso)

La Pieve      (colori: blu e rosso)              La Torre    (colori: bianco e blu)

San Lazzaro   (colori: bianco e rosso)            San Silvestro (colori: bianco e giallo)

Santa Barbara  (colori: giallo e nero)

Altri Eventi Consigliati

  • Trafiletto

    Festa di Sant'Aureliano martire

    GROTTAMMARE
    Oasi Santa Maria dei Monti
    26 Aprile 2019
    stand gastronomici, giochi popolari e musica dal vivo
    Comune 0735.7391
  • Trafiletto

    Festa di Sant'Aureliano martire

    GROTTAMMARE
    Oasi Santa Maria dei Monti
    27 Aprile 2019
    stand gastronomici, giochi popolari e musica dal vivo
    Comune 0735.7391
  • Trafiletto

    Palio della rana

    FERMIGNANO
    Vie del paese
    26 Aprile 2019
    dalle ore 18.30
    torneo degli arcieri "Castrum Firmignani", apertura delle taverne, assedio alla Torre, intrattenimenti e musici, processo a Donna Laura da Farneta "Ultimo rogo nel Ducato di Urbino"
    0722.330523 www.proloco-fermignano.it

Cosa Sapere

FERMIGNANO

Cosa Vedere

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina