24° Palio di San Giovanni Battista

"Fabriano città dei fabbri" il tema della 24^ edizione


da: Gio, 14. Giugno 2018
 a: Dom, 24. Giugno 2018
FABRIANO, AN
0732.626848
www.fabrianopalio.it
Mappa

Il Palio di San Giovanni Battista rievoca il Trecento, il secolo d'oro di Fabriano, periodo in cui la città , con le sue manifatture e commerci, si afferma nel contesto socio-politico dell'epoca. Dalle primitive attività artigianali, passando alla più solida economia corporativa delle Arti, si arriva sul finire del secolo ad un mirabile sviluppo grazie a produzioni come quella della carta, dei pellami, della ceramica e del ferro per cui la città si distingue, e grazie alla capacità imprenditoriali di famiglie come quella dei Chiavelli la quale, dopo aver instaurato la signoria sulla città , deterrà il potere fino al 1435. E' il secolo d'oro in cui fioriscono le arti figurative, dalla scuola pittorica fabrianese passando per Allegretto Nuzi fino ad arrivare a Gentile da Fabriano. La festività di San Giovanni Battista affonda le radici fin nelle origini di Fabriano: la primitiva pieve da cui proviene il fonte battesimale della Cattedrale era infatti a lui dedicata.

Storicamente il Santo sarebbe però divenuto patrono solo nel 1378, quando Guido Chiavelli, dopo un periodo di lotte di fazione che avevano indebolito la città , posto l'assedio alla Rocca, finalmente il 24 Giugno, festa di San Giovanni Battista, conquistò la città . Si ordinò allora una gran festa per ricordare questo avvenimento. Festa che si doveva ripetere ogni anno il giorno della festività di San Giovanni. In questo giorno oltre alla sacra celebrazione, e alla presentazione dei palii da parte dei componenti delle varie corporazioni, nella piazza alta venivano eseguiti tornei e giostre di vario genere. Una volta entrati, percorrendo la strada chiamata del “mattonato”, giunsero nella piazza e da qui proseguirono verso la porta del Borgo, al di la della quale Guido attendeva con una compagnia di cavallieri. I fabrianesi, impotenti ed impauriti dal rumore e dalle grida dei soldati, si rifugiarono entro la Rocca. Una volta che Fabriano venne conquistata, Guido, si accinse a porre l’assedio alla Rocca, che restistette per sei mesi, finchè, il 24 Giugno, festa di san Giovanni Battista, gli assediati, si arresero. Guido Chiavelli, allora, ordinò una gran festa per ricordare questo avvenimento. Questa festa si doveva ripetere ogni anno il giorno della festività di san Giovanni.

In questo giorno oltre la sacra cerimonia della benedizione del bue entro la chiesa di san Venanzo, e la presentazione dei palii da parte dei componenti delle varie arti, nella piazza alta venivano eseguiti vari tornei e giostre. La storia narra che Alberghetto Chiavelli, fratello minore di Chiavello, oltre che essere un ottimo uomo d’armi ed un ottimo uomo di lettere, fosse pure un celebre vicncitore di giostre e di tornei, e questo farebbe pensare che partecipasse anche ai tornei del Palio. Esiste nel volume quarto delle Riformanze comunali, a C.32 , lo elenco dei nomi delle varie arti (18) che sfilavano, nella chiesa matrice di san Venanzio Martire, dinnanzi alla statua di san Giovanni Basttista, ciascuna col proprio stendardo o Palio che obbligatoriamente doveva riscattarlo depositando un obolo in denaro. L’ordine della sfilata era il seguente: Collegio dei giudici e dei medici, i consoli della mercanzia e i notari, i capitani delle venti arti, a cominciare dai merciai e finendo con i calzolai. Dopo questi, offrendo un cero, sfilavano i rappresentanti dei dieci castelli, quindi i villici distribuiti nei quattro quartieri di Fabriano secondo la loro posizione geografica. Preceduto dalla musica e da una folla schiamazzante sfilava un bue grsso tutto inghirlandato. A questa manifestazione religiosa in onore di san Giovanni Battista, proclamato protettore di Fabriano al posto di san Venanzio martire, proprio da Guido Chiavelli in occasione di questa sua vittoria, seguivano le manifestazione mondane rappresentate da giostre e tornei, dall’ albero della cuccagna e dalla corsa dei sacchi.

Altri Eventi Consigliati

  • Trafiletto

    Don't worry beer happy

    PORTO SANT'ELPIDIO
    Area Piazzetta
    21 Giugno 2018
    dalle ore 18
    festival della birra artigianale italiana di qualità
    0734.908263
  • Trafiletto

    Mostra di ceramiche fabrianesi

    FABRIANO
    Museo Farmacia Mazzolini Giuseppucci, Corso Repubblica
    dal 13 Gennaio
    al 30 Giugno 2018
    Da lunedì a sabato 10-13 e 16,30-20
    Esposizione di ceramiche di provenienza fabrianese appartenenti al Museo della Farmacia Mazzolini Giuseppucci di Fabriano, vasi da farmacia e altri manufatti provenienti da collezioni private
    0732.629859
Montemaggiore - A spasso nel castello 2018

Cosa Sapere

FABRIANO

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina