Smerillo, FM, Italia
Altri eventi
dal  16 Luglio
al  19 Luglio
 Smerillo (FM)www.leparoledellamontagna.it

Descrizione

Un festival per chi (si) ascolta
 

Dal 16 al 19 luglio, nell’undicesima edizione, è la Parola, ancora una volta, la protagonista del Festival, con un programma ricco ed intenso, tutto articolato intorno ad uno specifico tema, dove nessun evento è inserito solo per riempire il calendario, ma dove tutto è veramente armonico, studiato nei minimi particolari, con un’attenzione che rivela la grande passione che c’è dietro.

Il tema scelto quest’anno è “Quanto manca?” sono le parole che più di ogni altre, pronuncia l’escursionista in montagna, ma anche quelle che, negli ultimi mesi, sono state nei pensieri di tutti noi, mentre guardavamo speranzosi alla fine dell’emergenza sanitaria.

È la domanda che contiene la fatica della salita che chiede tempi certi sulla sua fine; l’attesa sospirata che conta il tempo che separa da un evento tanto desiderato; la speranza della sentinella che attende vigile la luce dell’alba, che spazza via la notte.

Da qui, riparte il Festival culturale Le Parole della Montagna di Smerillo (Fm), con un tema che lancia uno sguardo sulla attuale crisi emergenziale ma che propone alternative chiavi di lettura, per capire se c’è la possibilità di sfruttare positivamente l’esperienza che stiamo vivendo ed imparare ad essere in sintonia con i nostri tempi, anche in situazioni difficili.

Ma il valore aggiunto di questo piccolo-grande Festival è l’atmosfera che si viene a creare, fatta di relazioni e tanta bellezza; complice il piccolo Borgo di Smerillo, dove non c’è veramente nulla fuorché i panorami ed i luoghi stessi, tutto viene ricondotto all’essenziale, condizione ottimale per creare incontri veri, relazioni umane, convivialità, amicizia. Insomma un format che si distingue da ogni altra manifestazione culturale e che proprio per questo riscuote un grande successo di pubblico.

Con un programma ridotto a causa dell’emergenza sanitaria, ma intenso, il Festival lancerà uno sguardo sul clima di attenzione/tensione che stiamo vivendo, aprendo ad una riflessione su come imparare ad essere in sintonia con i nostri tempi, anche nelle situazioni più difficili; cercherà di sollecitare interrogativi sul quanto manca alla fine dei tempi o alla creazione dei robot senzienti muniti di un’intelligenza artificiale; indagherà il valore che ha l’attesa e la noia; aprirà una finestra sull’alba di un nuovo giorno, dove il cambiamento spirituale attende l’uomo; esaminerà il bisogno imprescindibile di bellezza e di arte  ed altro ancora. Tanti gli ospiti di grande caratura culturale ed umana, fra i quali Philippe Daverio, i filosofi di Tlon Maura Gancitano e Andrea Colamedici, il poeta Davide Rondoni, il filosofo svizzero Markus Kienke, il teologo Brunetto Salvarani.

Torna anche UBU, la mascotte del festival, creata dall’artista Marco Salusti ed ispirata all’opera teatrale di Alfred Jarry, che ogni anno interpreta il tema scelto per l’intero programma e che quest’anno è alle prese con una situazione cataclismatica.

Riflessioni per l’Uomo in cammino, che non si ferma in pianura e vuole raggiungere le Terre Alte.

Programma completo ed info su www.leparoledellamontagna.it

Tutti gli eventi sono organizzati nel rispetto delle procedure anti-Covid. Prenotazione obbligatoria.

 

 

 

Luogo

SMERILLO

Cosa Sapere

Cosa Vedere

SMERILLO

Altri Eventi Consigliati