L'origine dei Musei civici marchigiani

 

Lo studio ricostruisce la cronologia delle vicende, le procedure adottate dai pubblici uffici e il sistema di norme predisposte per la conservazione del patrimonio artistico appartenuto alle corporazioni religiose marchigiane soppresse nel 1861. Furono istituiti così i musei marchigiani per custodire ed esporre la cultura cittadina, cioè salvaguardare un patrimonio di identità locale.

Sottotitolo: Le civiche gallerie d’arte della Provincia di Macerata dopo l’Unità

Autore: Mauro Compagnucci

Genere: storia dell’arte

 

Editore: Il lavoro editoriale, Ancona 2017

Devi effettuare il login per inviare commenti

Altro in questa categoria:

Cosa Sapere

Libri & Cultura

  • Nel 268 a.C. Ascoli dovette difendersi da un'aggressione scatenata dai Romani per volontà di conquista. Dal sanguinoso conflitto il Piceno…
  • In questo libro Giorgio Mangani mette a confronto le storie di Ciriaco, santo protettore di Ancona, l'ebreo scopritore della Croce…
  • Acruto Vitali poeta e pittore Acruto Vitali, nativo di Porto San Giorgio, fu poeta, cantante e pittore, amico di Osvaldo Licini e di Sandro Penna.…
  • Tra le vittime marchigiane della Grande Guerra vi furono i cosiddetti “scemi di guerra”, giovani militari affetti da turbe psichiche…
    Leggi tutto...
  • nella geopolitica del XVI secolo fino alla battaglia di Lepanto
    Leggi tutto...
  • Questo numero della rivista del Comune di Ancona reca come titolo “editori” ed è dedicato agli editori marchigiani del Novecento…
    Leggi tutto...
  • Il volume presenta l’edizione critica del Libro rosso del Comune di Camerino, l’antico codice in cui si trovano trascritti 98…
    Leggi tutto...
  • Studi maceratesi Il n. 52 di “Studi maceratesi” propone, tra gli altri, contributi di P. Paoloni (la musica nella cattedrale di Macerata),…
  • La quinta raccolta poetica del civitanovese Antonio Malagrida è una riflessione in versi sui luoghi tipici della poesia: la vita,…
  • Lo studio ricostruisce la cronologia delle vicende, le procedure adottate dai pubblici uffici e il sistema di norme predisposte per…
  • Capriccio e natura La messa in sicurezza delle opere d’arte conservate nel santuario di Santa Maria delle Vergini a Macerata, dopo i terremoti…
  • Il volume percorre la storia di Ancona dall'età giolittiana all'avvento del fascismo, passando per il trauma della Grande Guerra. In…
  • Allegorie sentimenti immagini. Il volume raccoglie gli interventi di cento personalità del mondo dell’arte, della letteratura, del teatro, del cinema,…
    Leggi tutto...
  • di Ancona 7-29 settembre 1860. La fine del potere temporale dei Papi nelle Marche. Vol. 2: Gli avvenimenti
    Leggi tutto...
  • Questo numero di “Economia Marche”, rivista della Fondazione Merloni di Fabriano, tratta di lavoratori stranieri nell’economia marchigiana (G. Bettin, D.…
  • pittura e scultura a Fabriano fra due e trecento
    Leggi tutto...
  • Paolo e Francesca Il volume tratta del mito di Paolo e Francesca nel corso dei secoli, partendo da Dante per giungere sino al…
  • Piccolo dizionario sociale del terremoto Il volume indaga le forme possibili della ricostruzione sociale e territoriale nelle zone colpite dal terremoto del 2016. Marco Giovagnoli…
  • Ciriaco Pizzecolli, noto come Ciriaco d'Ancona (1391-1452/55) è considerato il fondatore dell'archeologia e della scienza antiquaria. Un po’ mercante, un…
  • Raffaello bambino Questo libro intende avvicinare ai bambini la figura di Raffaello, presentata come esemplare per il suo gusto di scoprire, esplorare…
Vai all'inizio della pagina