Musica Leggera
03 Febbraio ore 21Chiesa dell’Annunziata Pesaro (PU)071.2072439www.amatmarche.net

Descrizione

Live A/V
in collaborazione con Black Marmalade Records
 
Nziria, il nuovo progetto sperimentale dell'artista Tullia Benedicta, debutta sull’etichetta diGabber Eleganza, Never Sleep, con l’album XXYBRID.L’album, registrato durante il lockdown, è stato concepito dall’artista come un atto psicomagico,volto a riscoprire le sue origini napoletane e a rileggere alcuni dei topoi della cultura partenopea.Nziria si riappropria del dialetto napoletano, che ha appreso ascoltando i suoi nonni da piccol*:il nome stesso, ’nziria, è parola dialettale pressoché intraducibile, che indica il capriccio ostinatoe senza motivo dei bambini quando sono stanchi.Nziria integra le forme e i temi portanti della canzone neomelodica, rigenerandone tuttavia loscenario cis-eteronormato. Attraverso un cantato potente e androgino reinterpreta le storiestereotipate, quasi archetipiche, del neomelodico, cantando di amore queer e di tutte quelleidentità non statiche ma in continuo divenire.La musica Neomelodica, nata a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta dopo il declino dellacanzone classica napoletana, diventa iconica del Meridione attraverso le voci di artisti comeNino D’Angelo e Gigi D’Alessio. Legata intrinsecamente a contesti al di fuori della legalità,attraverso i suoi testi struggenti e le sonorità pop, essa si fa portavoce di una societàframmentata, tormentata e poco incline ad uscire dai suoi cliché.Hard Neomelodic è il termine scelto dall'artista per descrivere la sua ricerca, attraverso la qualedà forma ad uno spazio sonoro in cui generi dirompenti come il Neomelodico e l’ Hardcore siaffiancano fin quasi a confondersi, rendendo l’ibridazione un’arena per la liberaautodeterminazione.In quanto artista non-binary, Nziria attinge dalla propria esperienza per affrontare tematicheatemporali, quali l’alterità, la diversità e l’inclusività. La sua volontà di trasformare i testieteronormati e non inclusivi della canzone Neomelodica si colloca all’interno di una più vastalotta contro le discriminazioni di genere, spesso radicate nelle società occidentali.Nziria immerge l’eclettico immaginario napoletano, popolato da simboli pagani, personaggiteatrali, figure chimeriche, effigi sacre e credenze iperboliche, in sofisticate sonoritàall’avanguardia, ispirandosi a generi come l’Hardcore Gabber, la Trance e l’Italodance 2000,caratteristici della sua adolescenza trascorsa sulla Riviera Romagnola:“Ho cercato di racchiudere in questo disco quel piccolo universo simbolico che, almeno per me, èla cultura napoletana. Alcune immagini sono reminiscenze della mia infanzia, altre invece sonocose che ho scoperto in età adulta, quando ho deciso di rivolgere lo sguardo alle mie origini e diabbracciarle con orgoglio. Ho scelto di inserire riferimenti a storia, culto, tradizioni, di celebrare laTarantella in una chiave diversa ma in un qualche modo affine, e di iniziare il disco con una figuramagica, il Femminiello, perché volevo che questo disco fosse così: ibrido, misterioso e fortunato.”
XXYBRID si presenta come un’architettura sacra, a tratti densa e viscerale - come nell’intensa enostalgica Amam Ancora - a tratti aerea e frantumata - come nel crescendo dalle sonorità ravedi Hard Tarantella, in cui l’artista ha incluso una conversazione con una fedele sul concetto difede, registrata dentro una chiesa a Napoli.Il concetto di sacro è uno dei cardini dell’album di esordio di Nziria, in quanto segnocaratteristico del magnetismo di Napoli e frutto del sincretismo tra icone cristiane esuperstizioni pagane e magia. Non a caso la prima traccia ’E Riavule è dedicata alla figura delDiavolo, che nella Tombola napoletana è associata al numero 77, intorno alla quale unFemminiello racconta un aneddoto.Altro tema portante del disco è quello della nostalgia, che trova la sua rappresentazione piùcompiuta in Pensiero, in cui la nostalgia per la persona amata si sovrappone alla nostalgia perun luogo che è anche un tempo, un passato dorato cui è doloroso fare ritorno; d'altronde lanostalgia è etimologicamente “dolore del ritorno”.Simbolismo e spiritualismo raggiungono il loro apice nella traccia finale, ’O Dolor, concepita daNziria come un momento di elevazione in cui voce, arpeggi inquieti e sintesi granulare sicondensano fino ad eclissarsi, lasciando a chi ascolta un sottile ed infinito spazio dimeditazione.XXYBRID è uscito a maggio 2022 su NEVER SLEEP, in vinile e formato digitale.
 

Luogo

Cosa Sapere

PESARO

Cosa Vedere

PESARO

Altri Eventi Consigliati

Preferenze Cookie
Le tue preferenze relative al consenso
Qui puoi esprimere le tue preferenze di consenso alle tecnologie di tracciamento che adottiamo per offrire le funzionalità e attività sotto descritte. Per ottenere ulteriori informazioni, fai riferimento alla Cookie Policy.Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento.
Analytics
Questi cookie ci permettono di contare le visite e fonti di traffico in modo da poter misurare e migliorare le prestazioni del nostro sito. Ci aiutano a sapere quali sono le pagine più e meno popolari e vedere come i visitatori si muovono intorno al sito. Tutte le informazioni raccolte dai cookie sono aggregate e quindi anonime.
Google Analytics
Accetta
Declina
Accetta tutti
Rifiuta tutti
Salva la corrente selezione