Altri eventi
dal  13 Luglio
al  17 Luglio
 Smerillo (FM)www.leparoledellamontagna.it

Descrizione

Le parole tornano protagoniste a Smerillo. Dal 13 al 17 luglio 2022, il piccolo Borgo è pronto ad accogliere la 13° edizione del Festival Delle Parole Della Montagna.
“Perdersi”, è questa la parola scelta in questo anno così complesso che ha visto l’avvicendarsi della guerra al lungo periodo di pandemia. Il sentimento di paura ed esasperazione ha invaso le nostre case e l’impossibilità di uscire da questa lunga crisi sociale e politica, ha avuto un impatto devastante.
Non ci vuole molto a “perdersi”, più complesso è ritrovare la via, la giusta via.
Come in un labirinto si andrà alla ricerca di una scappatoia, si procederà per tentativi, attraverso riflessioni che coinvolgeranno la sfera culturale a tutto tondo e confronti attivi con ospiti illustri.
A fornire le coordinate utili per guidare ognuno di noi nella “selva oscura” del disorientamento, saranno la letteratura, la musica, l’arte, lo sport e il contatto stretto con la natura e gli orizzonti. Ancora una volta, ad utilizzare le giuste parole con una discrezione più potente di qualsiasi voce altisonante, saranno i piccoli borghi: Smerillo, Monteleone di Fermo, Montefalcone Appennino.
A introdurre il tema sarà Paolo Crepet nell’anteprima del 2 luglio a Monteleone di Fermo dove si affronterà il “perdersi” del punto di vista psicologico. Andrea Lanfri, alpinista e campione paraolimpico, e poi l’alpinista blasonato Alex Txikon, entrambi reduci da mirabolanti imprese invernali sui tetti del mondo, ci racconteranno come è possibile superare i limiti mentali e fisici, senza perdersi.
A Montefalcone Appennino, Franco Michieli geografo ed esperto di traversate in terre selvagge, guiderà gli ospiti del Festival tra i sentieri del bosco e indicherà il metodo per orientarsi nel cammino di esplorazione, senza strumenti artificiali.
“Perdersi” è anche disagio sociale e giovanile, sarà Enrico Galiano ad introdurre una riflessione sull’impatto che la pandemia ha avuto sulle nuove generazioni, mentre attraverso la mistica si andrà alla ricerca di un Dio “perduto” insieme a Marco Vannini.  Si cercherà di non smarrire la via tra le nebulose dell’attualità e a guidare il pubblico sarà il giornalista Rai, Domenico Iannacone.
Ma la parola “Perdersi” non ha solo un valore negativo, ci si può perdere nell’amore più puro, nell’ispirazione poetica così come nell’armonia musicale, ci si può perdere per ritrovarsi. Il filosofo Massimo Donà ed il poeta Davide Rondoni, fra pensieri e versi, faranno un’incursione nei perdimenti dei grandi protagonisti del mondo rock e della poesia, che con una vita dissoluta ci hanno consegnato i loro grandi capolavori. L’economista Stefano Zamagni ci indicherà la via per uscire dal labirinto fallimentare in cui economia e politica si sono perse. Centrali saranno le immagini di grande impatto emotivo di Monika Bulaj e le sue riflessioni alla ricerca del luogo dove vivono gli dei.
Non mancheranno laboratori esperienziali, gare di orienteering, agorà poetica, giochi per bambini ed escursioni a tema. 
La montagna ancora una volta apre un ponte di riflessione, uno spazio conviviale necessario per ritemprare l’anima, un luogo in cui “perdersi” tra le proprie fragilità, per poi ritrovarsi più forti, autentici e arricchiti delle parole più care.
Per il programma completo, con tutti i protagonisti vedi: www.leparoledellamontagna.it 

Luogo

SMERILLO

Cosa Sapere

Cosa Vedere

SMERILLO