Camporotondo di Fiastrone


http://www.comune.camporotondodifia...
Piazza San Marco 62020 CAMPOROTONDO DI FIASTRONE MC
0733.907153
comune@camporotondo.sinp.net
Mappa

Attraversato dal fiume Fiastrone, da cui prende il nome, Camporotondo conserva ancora le antiche mura castellane restaurate e la trecentesca Portarella, mentre una seconda porta è parzialmente visibile in quanto interrata sotto il piano stradale di fronte alla chiesa sconsacrata della Concezione.

Sulla minuscola piazza principale sorge il nuovo palazzo municipale, di fronte al quale si trova la chiesa matrice.

L’economia è stata, in passato, sempre legata all’agricoltura, ma per almeno due secoli (dal Cinquecento al Settecento) hanno operato al borgo presso il mulino (del quale si vedono ancora i ruderi) piccole concerie e gualchiere per la follatura dei panni di lana. Oggi sono attive piccole imprese artigiane legate al terziario e al turismo.

Il borgo conserva le antiche mura castellane restaurate e la trecentesca Portarella, mentre una seconda porta è parzialmente visibile in quanto interrata sotto il piano stradale di fronte alla chiesa sconsacrata della Concezione.

Sulla minuscola piazza principale (l'antico Castelvecchio) sorge il nuovo palazzo municipale, di fronte al quale si trova la chiesa matrice, poco più sotto si trova piazza G.Leopardi (l'antico Castelnuovo). All’interno della plebale, purtroppo quasi completamente rifatta agli inizi degli anni ’60, si conservano: Madonna del Rosario con i santi Caterina da Siena e Domenico (attribuito a Fabio Angelucci da Mevale, fine del XVI secolo); Madonna con Bambino e santi Giuseppe, Rocco, Apollonia, Marco (?), Filippo Neri, Pietro da Verona, Pietro (sec. XVII); Trinità, Vergine e santi (sec, XVII).

Poco distante si trova il Convento di Colfano (il toponimo, anche in questo caso, rimanda ad epoca romana), coevo a S. Francesco (la tradizione lo dice addirittura fondato dal santo di Assisi), o di epoca di poco posteriore, possiede una Madonna in trono e santi Francesco, Pietro, Giovanni Battista, Ludovico di Tolosa, di Nobile da Lucca, tavola firmata e datata 1490; Crocifissione con Vergine, S. Maria Maddalena, S. Giovanni Evangelista, S. Francesco (tela attribuita al medesimo pittore caldarolese); Sacra Famiglia di Giovanni Andrea de Magistris firmata e datata 1547; Vergine Lauretana e santi Venanzio e Antonio Abate (anonimo operante tra il XVI e XVII sec.); Cristo Redentore, Vergine Immacolata, beato Francesco Piani; Madonna del Carmelo e sante Agata e Lucia, SistoV papa e Carlo Borromeo (?) (tele entrambe attribuite a Domenico Malpiedi da San Ginesio); Simbolo Eucaristico e santi Giovanni da Capestrano e Pasquale Baylon (anonimo del XVIII secolo).

La chiesetta di S. Maria di Garufo (ora di proprietà privata), già esistente nel XIII secolo, oltre ad affreschi più tardi e in parte perduti, ne conserva uno, molto bello, rappresentante la Madonna in trono con Bambino attribuito a Paolo da Visso (circa metà del XV secolo) con ai lati, di mano successiva, i santi Venanzio e Marco, che in qualità di protettore tiene in mano la forma urbis di Camporotondo.

fonte: www.comune.camporotondodifiastrone.mc.it

Eventi Camporotondo di Fiastrone

Domenica
21
Luglio

La cenerentola

musiche di G. Rossini. Regia e drammaturgia Fabrizio Romagnoli. Direttore Massimo Paolella
21 Luglio 2019 ore 21
Piazza San Marco
Sabato
24
Agosto

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati
Domenica
25
Agosto

Per visualizzare data e indicazioni degli eventi futuri devi prima effettuare il Login.
La visualizzazione è attiva solo per gli abbonati, se non lo sei abbonati

Cosa Sapere

CAMPOROTONDO DI FIASTRONE

Cosa Vedere

CAMPOROTONDO DI FIASTRONE

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina