www.araldicacivica.it www.araldicacivica.it

Appignano è un paese marchigiano di quasi 4.000 abitanti. Dista pochi kilometri dal capoluogo di provincia, Macerata, mezz’ora d’auto dal mare e altrettanto dai monti. Conosciuto in zona per le sue maioliche e a livello nazionale per la produzione e la vendita di mobili. Il paese è ricco di molte imprese nei settori più disparati.

Le origini di Appignano sono molto antiche e le prime attestazioni risalgono all’epoca della dominazione romana. Anticamente il borgo ha assunto notevole importanza, grazie soprattutto alla produzione di una rinomata ceramica. Nel corso dei secoli entrò successivamente a far parte dello stato pontificio per poi entrare a far parte del Regno d’Italia nella seconda metà del XIX secolo.

Luoghi di interesse:

Palazzo comunale

Il Palazzo è stato costruito nel 1790. Fu progettato dall'architetto Mattia Capponi di Cupramontana e presenta una facciata con tre archi e due nicchie che danno accesso ad un porticato a crociera.

Villa Tusculano

Simbolo di Appignano e monumento pregevole per la storia e lo stile architettonico, questa villa viene fatta costruire in epoca napoleonica dal conte Leopoldo Armaroli su progetto dell'architetto bolognese Giuseppe Nadi.

Chiesa dell'Addolorata

La Madonna dell'Addolorata era venerata già nel 1550, quando il Consiglio deliberò la riparazione dell'edicola. Essa venne però ricostruita nel 1746 nel quartiere di Santa Croce, perchè in pessime condizioni. Grazie alle continue offerte lasciate per l'immagine miracolosa fu possibile costruire, al posto dell'edicola, una Chiesa i cui lavori durarono dal 1841 al 1859.

Chiesa di San Giovanni Battista

Rinnovata nel Settecento presenta oggi pianta longitudinale, navata unica, un bel portale in pietra che si evidenzia per le forme arrotondate del timpano e per il cartiglio dalle forme baroccheggianti. Emblematico il suo campanile gotico.

Convento di Forano

Le sue origini non sono documentate in modo esauriente; nell´area occupata dal convento tra XII e XIII secolo vi era un ospitale e dovevano anche esserci degli insediamenti benedettini. Secondo il padre Ciro da Pesaro intorno al 1215 S. Francesco giunse nella selva di Forano in cui trovò un piccolo ospizio di monaci abbandonato e cadente con una chiesa dedicata all´Annunciazione di Maria. Il santo, dice il padre, occupò il luogo.

fonte: www.comune.appignano.mc.it

Altro in questa categoria: