Altri eventi
28 Novembre ore 18.30Foyer del Teatro, in via Umberto I Matelica (MC)348.8868022

Descrizione

Partire con una carovana di saltimbanchi attraverso il Sahara, affrontare pirati malesi e isole salgariane, realizzare un fotoromanzo satirico in Himalaya. Venti storie surreali e vere di un giramondo spesso fuori dalle strade battute per comporre un inno allo spirito e folle del viaggiatore. È questo in breve “Per fortuna ci siamo persi”, nuovo libro di Maurizio Serafini edito da “Terre di Mezzo” (14 euro, 200 pagine). L’autore domenica dalle ore 18 e 30 sarà a Matelica per la presentazione della nuova opera: l’appuntamento è al Foyer del Teatro, in via Umberto I (info e prenotazioni 348 8868022).
Per fortuna ci siamo persi è composto da 17 capitoli. I tre più lunghi sono ulteriormente divisi in tre paragrafi e raccontano del proibitivo viaggio del 1991 nella Birmania della guerra civile, dei tre viaggi in Mongolia, Africa e India con gli autobus surreali di Fausto, un anziano fricchettone umbro, e del rapporto simbiotico con tre auto, tre Kangoo Renault in giro per il mondo: la bianca, la verde cipro e la grigia. E poi altri racconti brevi ambientati tra le montagne dei Sibillini, tra quelle albanesi, tra quelle himalayane o quelle dell'Atlante. A piedi verso Santiago di Compostela o nel Molise. In tenda nelle isole deserte o nelle foreste pluviali. Sono racconti tragici, tragicomici e onirici, volutamente sospesi nel tempo, senza il rispetto di una cronologia. Comun denominatore è la spasmodica ricerca di spazi e luoghi sconosciuti anche alle mappe, lontani dalle rotte turistiche e dal dejavù, verso quell'esperienza unica e irripetibile che sola merita essere narrata. In ascolto, profondamente in ascolto, di quei segni e di quelle voci che ti chiamano, di quei genii loci che affondano più nel mistero delle cose piuttosto che nella ragionevole attività del cervello strutturato. Scrive l'autore: “Quante volte ho voluto fidarmi di un istinto anziché di un ragionamento. Quante volte in montagna ho camminato fuori sentiero, senza mappe e senza itinerari, come se cercassi l'ispirazione per un atto creativo. Quanti errori, quanti momenti difficili e quante piacevoli scoperte. Solo in queste situazioni si acuiscono i sensi, si accendono i radar della percezione e si è pronti, come gatti, a saltare alla reazione. È l’unico modo per non andare a cercare i luoghi, ma attendere che siano loro a trovarti. In un mondo in cui ormai essere esploratori è molto difficile, mi sono così concesso un modo tutto personale di farlo: viaggiare in attesa di perdersi”.
Maurizio Serafini è guida escursionistica e ambientale, ha esplorato il mondo, e i suoi amati Appennini. Cantautore e musicista, porta la musica in cammino e il cammino nella musica. Insieme a Luciano Monceri ha ideato e cura il Montelago Celtic Festival e il Cammino Francescano della Marca.
 
 

Luogo

MATELICA

Cosa Sapere

MATELICA

Cosa Vedere

MATELICA