Il progetto realizzato risponde a due obiettivi principali. Far riacquistare alla piazza la sua dimensione di “agorà” e quindi di incontro, di confronto, di discussione e di cicaleccio, ma anche di quiete e di distensione.

Un luogo che offre insieme momenti di “vivacità” e di “pausa”, che ospita, insieme, anziani e bambini, uomini e donne: in una parola: luogo di vita.

La piazza ha recuperato la sua memoria storica, ricordando il “luogo” in cui le abbazie cistercensi erano costruite.

Per questo è stato realizzato un progetto che ruota attorno al rinvio della mente agli spazi della terra, della campagna, degli orti che sorgevano appunto attorno ai conventi e alle abbazie cistercensi.

Il comune crede che il progetto traduce bene nella realtà questi concetti aggiungendo una gradevolezza complessiva che dà voce all’affettività che lega Piazza Garibaldi ai chiaravallesi.


Fonte: www.comune.chiaravalle.an.it

Informazioni aggiuntive

  • citta: CHIARAVALLE
Devi effettuare il login per inviare commenti

Altro in questa categoria:

Monteprandone - Festa del patrono 2017

Cosa Sapere

CHIARAVALLE

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina