Palazzo pubblico e Museo archeologico

Piazza Matteotti, l’antica piazza Maggiore, è dominata dal duecentesco Palazzo Pubblico
eretto quale sede della magistratura cittadina.

L’edificio, al quale fu accorpato il palazzo del Podestà (la facciata monumentale prospetta su Via Alessandri), fu donato nel 1476 dal Comune a Federico da Montefeltro il quale commissionò a Francesco di Giorgio Martini i lavori (mai completati) di trasformazione in palazzo ducale. Di questo periodo sono: l’abbassamento dell’ingresso rialzato, l’erezione di una loggia (della quale restano i peducci ed il seditoio) e delle sale voltate del pianterreno.

Sul fronte il campo dell’orologio del 1575 è opera dei Finale mentre la statua della Madonna con Bambino del 1680 fu commissionata a Venezia. A lato del disadorno ingresso sono tre unità di misura (piede, braccio e canna) alle quali va abbinato il tronco di colonna romana (detto il “quarto cagliese”) posto all’interno della grande Sala del pianterreno. Qui nella lunetta della parete di fondo è l’affresco, databile al 1536, della Madonna col Bambino, San Michele Arcangelo e San Geronzio attribuito a Giovanni Dionigi. Nella Sala sono esposti (quale estensione del Museo Archeologico) reperti quali stemmi ducali (feltreschi e rovereschi) e comunali (con San Michele Arcangelo) insieme ad una raffinata coppia di delfini.

Dalla Sala si accede (porta a sin. dell’ingresso di piazza) alle “Segrete” del Palazzo con frammenti ceramici rinvenuti durante lo scavo e reperti lapidei medioevali quali: uno stemma podestarile, capitelli, un rosone, una decorazione a girali e i “tomboli” dell’acquedotto comunale.

Verso l’esterno, poi, della Sala del General Consiglio il passaggio ricavato al di sotto dell’affresco, è rimarcato da un portale quattrocentesco con, a bassorilievo, i simboli federiciani. Da qui si accede al cortile (con al centro la scultura Ordine cosmico del 1997 di Eliseo Mattiacci) e al Museo Archeologico e della Flaminia (in corso di ampliamento) sistemato negli spazi del duecentesco palazzo del Podestà.

Al centro di Piazza Matteotti è la fontana eseguita nel 1736 da Giovanni Fabbri su disegno di Anton Francesco Berardi junior.


Fonte: www.cagliturismo.it

Informazioni aggiuntive

  • citta: CAGLI
Devi effettuare il login per inviare commenti
Monte San Giusto Presepi 2017

Cosa Sapere

CAGLI

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina