È situato in piazza S. Marco ed è l'attuale sede del Municipio. Il palazzo cominciò a sorgere nei primi decenni del Seicento, aveva accanto altre abitazioni ed una piccola chiesa dedicata a S. Antonio: un piccolo nucleo abitato di fronte al castello che veniva chiamato Borgo, con la piazza antistante dove si svolgeva il mercato.

Nel 1900 fu acquistato in parte dal Comune. dall'Ing. Riccardo Vallonica, sposato con Angela Berarducci, ultima discendente della famiglia. Adibito a sede comunale, è stato restaurato nei primi anni Ottanta. Le decorazioni pittoriche nell'odierno ufficio del sindaco, un tempo salotto del palazzo, risalgono ai secoli XVII/XVIII e sono state restaurate pittore Giancarlo Spegne Schiavoni nel 1984.

Poco lontano, a fianco del Palazzo Berarducci, è ubicata la loggetta o belvedere che si apre a sud con ampia vista panoramica. Fu eretta nel Cinquecento: lo denotano gli elementi architettonico strutturali; la troviamo ricordata, per i documenti che ci rimangono, nel 1623, quando ne viene affidata la pulizia al "balivo" del comune. Sorge su un muro di contenimento a scarpa della soprastante area che ha fatto ipotizzare ad una cinta muraria di primo impatto. Era adibita nei secoli passati a mercato coperto, in tempi più recenti nel locale attiguo era ubicata la farmacia.

Nei pressi del Palazzo Berarducci, c'era alla fine del Cinquecento un piccolo ospedale. Dopo quasi cento anni, nel 1697, non c'erano più tracce della sua presenza, si sapeva solo che un tempo era sul retro della chiesa di S. Antonio che nel frattempo era stata costruita.

(Tratto dal libro "Castelbellino storia arte sviluppo" di Riccardo Ceccarelli - www.comune.castelbellino.an.it)

Informazioni aggiuntive

  • citta: CASTELBELLINO
Devi effettuare il login per inviare commenti

Altro in questa categoria:

Cosa Sapere

Cosa Vedere

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina