Montelabbate, la storia

Situato ai piedi della collina dove sorgeva l'antico castello di proprietà della vicina Abbadia di San Tommaso in Foglia, Montelabbate "Monte dell'Abate" vede il suo nome e la sua storia intimamente legati a questa presenza.

La fertile vallata attraversata dal fiume Foglia, situata fra le potenti città di Pesaro e di Urbino, suscitò l'interesse delle nobili famiglie e il castello nel corso dei secoli passò ai vari signori che governarono fino all'arrivo di Napoleone nel 1808. Ai piedi del monte si andava intanto sviluppando il borgo con i mercati e le attività del popolo minuto che accrebbe la sua importanza fino a costituire il nucleo del moderno paese. L'ultima famiglia che governò col titolo di Conti fu quella dei discendenti l'insigne giurista e uomo d'armi Gian Giacomo Leonardi (1489-1562).

Una ricerca condotta anni or sono aveva ricostruito lo stemma di Montelabbate come probabilmente doveva presentarsi a quei tempi: l'investitura da parte del duca Guidubaldo Il della Rovere ai Leonardi avvenuta nel 1540, rappresentata da un leone rampante, segno di forza e ricchezza. Di tale ipotesi non si è avuto riscontro certo.

Lo stemma adottato dal Comune già dal 1862, con varianti non sostanziali, rappresenta un capriolo che si innalza su tre colli. Studi approfonditi presso l'archivio di Stato di Roma, sollecitati dalla normativa in materia, hanno portato all'adozione dell'attuale stemma, riconosciuto con decreto presidenziale del 29/12/1995. Su sfondo azzurro si erge d'oro un liocorno rampante, creatura fantastica, simbolo di forza e purezza.

fonte: www.montelabbate.net

Informazioni aggiuntive

  • citta: MONTELABBATE
Devi effettuare il login per inviare commenti
Monte San Giusto Presepi 2017

Cosa Sapere

MONTELABBATE

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina