Festa del CantaMaggio

quattro giornate di festa a Morro d’Alba all’insegna di un’antica tradizione


da: Ven, 17. Maggio 2019
 a: Ven, 31. Maggio 2019
MORRO D'ALBA, AN
0731.4263
www.macina.net
Mappa

Ritorna a Morro d’Alba, la Festa del “Cantamaggio”, questo antico canto rituale di questua, che da secoli celebra l’avvento della primavera, della nuova stagione agricola e che affonda le sue radici nei riti pagani di fertilità, di augurio e di benessere per la comunità ed i singoli, che quest’anno viene dedicato ala memoria di Francesco Ottaviani (1989-2019), giovane morrese, grande appassionato di musica e del Canta maggio, recentemente scomparso.

Il “Cantamaggio”, organizzato e voluto fortemente dal Comune di Morro d’Alba, è curato del Centro Tradizioni Popolari e da La Macina, si svilupperà,  nelle tre giornate del 17, 18 e 19 per poi concludersi, nella notte del 31 maggio, con il rituale Rogo in piazza dell’Albero del “Maggio”.

La pratica di “portare l’augurio di maggio”, con l’esecuzione di questo canto specifico, va inesorabilmente scomparendo, a causa delle trasformazioni profonde della società ed in modo particolare della polverizzazione della civiltà contadina. Proprio per evitare od almeno frenare questo rapido declino, si sta chiamando a raccolta, ogni anno, gli autentici portatori della tradizione provenienti da tutte le Marche e dalle regioni limitrofe, per ritrasmettere a rendere viva una delle nostre più autentiche tradizioni.

Nella prima giornata di venerdì 17, alle ore 11, nel Piazzale Bersaglieri ci sarà l’addobbo dell’Albero del Maggio da parte dei bambini della Scuola dell’Infanzia di Morro d’Alba, che con una simpatica Festa-Gioco abbelliranno l’Albero del “Maggio” (simbolo di fecondità e di benessere per la comunità e i singoli) con multicolori fiocchi e nastri multicolore, ricavati da centinaia di coloratissime striscioline di stoffa. 

La Festa del “Cantamaggio” di Morro d’Alba, entra nel vivo sabato 18, alle ore 21,15, nell’Auditorium Santa Teleucania, con il tradizionale Concerto per il Maggio, con i Gruppi austriaci e friulani Aniada a Noar & Altrioh, che presenteranno “In Compagnia”. Altrioh è il Trio friulano formato da Giulio Venier, violino, Emma Montanari, grande voce popolare, con il suo folk marchigiano e friulano e il chitarrista Flavio Bortuzzo. Aniada a Noar è il Trio austriaco tra i principali esponenti del folk austriaco.

Con la terza giornata di domenica 19 maggio, la 37^ Festa del Cantamaggio, celebra la sua giornata più importante e significativa. Più di 200 suonatori e cantori popolari, autentici portatori della tradizione, “invaderanno” in questa terza giornata, Morro d’Alba, per riportare, secondo l’antico rituale, casa per casa, nel corso della mattinata, il canto rituale di questua del “maggio”, percorrendo tutte le contrade ed il paese di Morro d’Alba. Oltre ai Gruppi marchigiani sono previsti anche diversi Gruppi dall’Umbria, dall’Emilia e dalla Romagna. Nel pomeriggio, dalle ore 16 alle 20, esibizione estemporanea dei gruppi tra la gente in piena libertà, nella maniera più spontanea e festosa. Alle 17 corteo dell’Albero del “Maggio”. L’Albero viene portato a braccio dai giovani del paese ed accompagnato da un corteo assordante e festoso ed “orgiastico” di tutti i cantori e suonatori popolari. Alle ore 17,30, l’Albero del Maggio viene “piantato” in Piazza Farsetti, dove rimarrà esposto per tutto il rimanente mese, sino a quando nell’ultima notte di maggio, mercoledì 31 maggio, verrà bruciato in Piazza Barcaroli, con l’ultimo tradizionale rito del Rogo in piazza dell’Albero del “Maggio”. A seguire, intorno all’Albero del Maggio “piantato”, esibizione straordinaria di balli tradizionali a cura di Danzintondo. Alle ore 19 concerto di chiusura del Cantamaggio. Gastone Pietrucci e La Macina presentano Silvia Spuri Fornarini, in Alziti bella…Solo voce, organetto e tanta passione (dalla Francia in Italia), nell’Auditorium Santa Teleucania, con ingresso libero, sino ad esaurimento dei posti.

Il Programma del “Cantamaggio” presenta, anche altre interessanti manifestazioni collaterali. La visita al rinnovato Museo della Cultura mezzadrile Utensilia, che ha ora sede nelle grotte della “Scarpa” del Palazzo comunale una raccolta ragionata e documentata della vita e dei mezzi produttivi dei mezzadri marchigiani, attraverso otto sale tematiche. Nel Museo la mostra permanente: I Paesaggi, il Cantamaggio e La buona terra del grande Maestro marchigiano, Mario Giacomelli, uno dei massimi testimoni contemporanei dell’arte fotografica.

Altri Eventi Consigliati

  • Trafiletto

    Nuova festa di primavera

    GROTTAMMARE
    Chiesa Madonna della Speranza
    26 Maggio 2019
    dalle ore 16
    stand Gastronomici, giochi per bambini, gonfiabili, pesca di beneficenza, musica e djset
  • Trafiletto

    Città dei balocchi

    FERMO
    Piazza del Popolo
    26 Maggio 2019
    dalle ore 10
    www.fermoturismo.it
  • Trafiletto

    Il mio passo libero - EVENTO RIMANDATO

    USSITA

    26 Maggio 2019
    causa condizioni meteo avverse l'evento è rimandato a data da destinarsi
    334.6085693 - 331.3433461 (info e prenotazione pullman)
Morrovalle - Festa di San Gabriele 2019

Cosa Sapere

MORRO D'ALBA

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina