Chiese (109)

Così denominata perché sorgente presso l’antico dislivello (ad vallum) fra la città romana e il litorale adriatico, occupa l’area di una chiesa medioevale dedicata allo stesso santo.Nella struttura attuale fu voluta dai Padri Filippini della Congregazione dell’Oratorio, su disegno dell’architetto Giovanni Battista Cavagna (dopo il 1608).La consacrazione della chiesa, priva…
Poco lontano dal capoluogo tra boschi di lecci, querce e avellane, sorge il maestoso Eremo Camaldolese di Santa Croce di Fonte Avellana. In quest' area di Serra Sant’ Abbondio sembra che il tempo si sia fermato, qui la vita il senso delle cose si sono arrestati al XII secolo. Ci…
Edificata dai Celestini dopo la traslazione della città del 1289 si presenta con il portale di facciata del 1483, abside del 1655 e campanile del 1654. All’interno dell’aula (a sin.) di Giovanni Santi, padre di Raffaello, sono: il monumento funebre del 1481 con l’affresco del Cristo nel Sarcofago fra San…
Fu ridisegnata, nel corso di un secolo, a partire dal 1646. Della struttura medioevale sul latosin. è il portale gotico del 1424 di mastro Antonio di mastro Cristoforo da Cagli con pitturaseicentesca di Lodovico Viviani da Urbino. A seguito del terremoto del 1781 l’alta cupola di Pietro Giacomo Patriarca è…
La chiesa già di Sant’Angelo Maggiore (cara alla magistratura cittadina) ha volta a botte ornata da stucchi manieristici. Le pitture del Cialdieri, riprese dal Patanazzi, raffigurano momenti della vita di San Giuseppe correlati alle figure ad altorilievo (re, patriarchi e personaggi biblici) che, poste entro nicchie, ritmano lo spazio. Al…
Oltrepassata la loggetta rialzata di linguaggio quattrocentesco (anche se compiuta nel 1560)è l’elaborato altar maggiore della prima metà del Seicento in legno dorato e laccato congrandi colonne salomoniche e la tavola firmata “THIMOTHEI DE VITE URBINAT. OPUS” raffigurante il Noli me tangere. Si tratta del più importante lavoro di Timoteo…
È la chiesa dell’omonima confraternita che vi ha sede dal 1301. Il robusto portale, con portone datato 1537, è sormontato dall’affresco della Madonna della Misericordia del XVI sec. L’interno dell’aula fu arricchito con affreschi di cui sono testimonianza i grandi frammenti sulle pareti: il Martirio di Sant’Apollonia del 1455 è…
La trecentesca chiesa ed il complesso monastico, di recente oggetto di restauro, sono la sede di un sito museale contenente reperti ed opere d’arte che raccontano l’identità della cittadina vadese. La sezione archeologica presenta materiale riconducibile al Neolitico e all’epoca romana: lapidario e statuaria, oltre a materiali d’uso comune, emersi…
Si tratta di un piccolo edificio a navata unica con due cappelle laterali, sorge appena al di fuori del centro murato di Saltara; è dedicata alla "Divina Maria delle Grazie sopra la Fonte di Saltara", in quanto venne costruita proprio vicino ad una fontanella. Ancora oggi dalla sacrestia si sente…
Il complesso del Mutino in realtà non era solamente una chiesa parrocchiale, ma la sua antica presenza nella zona l’accomuna alle chiese di Sant’Anastasio di Valle (ora comune di Sassofeltrio) e di Sant’Angelo del Sasso Simone (ormai completamente scomparsa). Queste costruzioni ecclesiastiche erano infatti le tre abbazie benedettine presenti nella…
Per il visitatore che giunge a Mombaroccio è d'obbligo una tappa al santuario del Beato Sante (2 Km da Mombaroccio), faro di spiritualità e scrigno d'arte e di cultura. Di notevole interesse la Chiesa e il Chiostro del 1536-1538 con il suo austero quadriportico e archi a tutto sesto. La…
Il 31 Agosto 1424 per opera di Ser Franceco Rattoli, mercante mombaroccese che commerciava con Venezia, furono gettate le fondamenta di una nuova chiesa dedicata a S. Marco, il cui cortile fu recintato con un muro e provvisto di pozzo. In seguito, nei primi anni del '500, fu costruito il…
Pagina 3 di 7

Cosa Sapere

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina