Montefano nasce da Veragra (campo di primavera) città picena e stazione militare romana posta lungo la via consolare da Nocera Umbra ad Ancona, che fu distrutta dai Goiti all'inizio del VI secolo. Il nome può avere due significati: Monte del Fano (monte del luogo dedicato alla divinità, o meglio, recinto consacrato ad un tempio); oppure: monte del fauno, per via di una statua rinvenuta nell'antica Veragra.

Nel Basso Medioevo fu sotto il dominio di Osimo, tanto che Recanati per difendere i propri confini costruì il castello di Montefiore al limite del territorio comunale. Nel 1489, una bolla papale concesse a Montefano l'indipendenza comunale ed il privilegio di inquadrare nello stemma una pianta di rovere, come ringraziamento per l'aiuto dato al Cardinale Giuliano della Rovere che vi si era rifugiato, respinto da Osimo. Il 6 maggio del 1501, nasce a Montefano Marcello Cervini, che diventerà Papa nel 1555 con il nome di Marcello II.

Pontificato tra i più brevi della storia: infatti Marcello II morì dopo appena 22 giorni di papato, alla mezzanotte del primo maggio del 1555. A lui Giovanni Pierluigi da Palestrina ha dedicato la famosa Missa Papae Marcelli, ineguagliato capolavoro polifonico, pubblicato nel 1567. Attualmente Montefano è un paese di circa 3500 abitanti, appoggiato sulle colline, al confine tra le provincie di Macerata ed Ancona, a metà fra la dorsale preappenninica e la costa. Dal limite delle mura a nord, lo sguardo si estende sui caposaldi della valle del fiume Musone, da monte San Vicino alla foce, dominata dalla basilica di Loreto.

Il poeta dialettale Angelo Cristallini descrive la vista notturna da sud del paese come "un piroscafo sur mare". Il carattere degli abitanti, il loro senso dell'ospitalità e la bellezza del paesaggio, lo rendono ideale per una vacanza al contatto con la natura e la tradizione, immersi nei colori dellla campagna e delle stagioni. La tradizione agricola è conservata nella produzione di vini, oilio, miele di primissima qualità. Dal 1995, nel seicentesco convento dei Servi di Maria, è stato istituito il Centro di Studi Biblici "Giovanni Vannucci", dedicato alla ricerca scientifica e alla divulgazione popolare dei testi del Nuovo Testamento.

fonte: www.prolocomontefano.it

Informazioni aggiuntive

  • citta: MONTEFANO
Devi effettuare il login per inviare commenti
Monteprandone - Festa del patrono 2017

Cosa Sapere

MONTEFANO

Cosa Vedere

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina