Monumenti (114)

"Vorrei avere la forza di un fiume, che corre senza mai voltarsi indietro, superando qualsiasi asperità del percorso, con la convinzone di conoscere la sua meta, così orgoglioso di accarezzare gli argini con un canto che non ha mai fine, dando all'uomo la certezza della continuità della vita." Gianni Calcagnini…
L’edificazione della città ricalca la storia di tanti centri urbani della zona: la rocca, la prima chiesa, la casa del governo e via via le civili abitazioni. Queste, soprattutto dagli anni ’60 in poi si sono moltiplicate a livelli esponenziali a tal punto da rendere ancor più segreto e protetto…
il doppio patrimonio faleronese
Dopo il sacco svevo (1259), i Da Varano ampliarono il loro potere nella città camerte fino a diventarne i signori indiscussi e si diedero a costruire il loro palazzo fortificato sulle mura urbiche, costruzione che si protrasse fino a tutto il XV secolo. Il maniero si trasformò in rocca ed…
Centro della città è la piazza della Libertà, sulla quale prospettano edifici pubblici e monumentali: il Palazzo del Comune, la loggia dei Mercanti, il Palazzo della Prefettura, la Chiesa di San Paolo, la Torre dell'Orologio e il Teatro Lauro Rossi. Nel lato settentrionale della piazza domina il Palazzo della Prefettura,…
La decorazione della Sala dell'Eneide nel Palazzo Buonaccorsi fu affidata ad artisti napoletani, bolognesi e veneti, tra i più importanti dei primi del XVIII secolo. Simone Buonaccorsi, già nobile di provincia, quando ebbe il titolo di conte da Clemente XI fece costruire in pochi anni dall'architetto Giovanni Battista Contini questo…
Vivamente consigliato è il giro della circonvallazione che fiancheggia l'antica e ben conservata cortina muraria, non foss'altro per gli splendidi panorami che si aprono lungo il tracciato della strada; incomparabile quello che si gode dall' alto sperone di arenaria dominato dalla torre dell'Onglavina, che abbraccia i Sibillini, la Maiella, il…
Porta Vallesacco è una delle sette porte di ingresso alla città. Fu teatro di un importante evento storico: nel 1263 la casa sveva, nella persona di Manfredi, volle regolare i conti con lo Stato Pontificio, attraverso Montecchio (così era chiamata Treia in epoca medioevale), inviando ad assediarla il nipote Corrado…
Non lontano da Sarnano dall’alto di un’altura boscosa che da un lato sovrasta pian di Pieca e che a sua volta è sovrastata dalla catena dei Sibillini si ergono i ruderi di Roccacolonnalta, fin dapprincipio posta a dominio di un tessuto viario pedemontano in uso fin dall’età romana, e ad…
L’altopiano plestino o “del Casone”, occupato dalla fine del Pliocene da un grande lago che si estendeva fino ai piani adiacenti (Annifo, Collecroce, Arvello e Popola), è da sempre luogo di convergenza e di diramazione di numerosi itinerari che sulla dorsale appenninica incontrano trasversalmente quelli che collegano l’area adriatica all’area…
Il territorio di Percanestro, aggregato comunitario che insieme a quello della Rocchetta riuniva gli abitanti della zona, fu di appartenenza degli Alviano di Baschi (Orvieto) fino al 1265, quando fu inglobato nel distretto del comune guelfo di Camerino impegnato contro Foligno, e dotato di un proprio statuto applicato da un…
L'inaugurazione è avvenuta nell'estate 1998 dopo il trasferimento della Pinacoteca dal Palazzo Comunale. Il museo è articolato in cinque sezioni: la sezione archeologica permette di conoscere l'organizzazione di una comunità neolitica con varie sovrapposizioni fino all'età del ferro. La sezione medievale documenta la vita della città nel periodo di massimo…
Pagina 1 di 8

Cosa Sapere

Genga - Festa d'autunno 2017

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina