Alla scoperta del Conero...

tra stelle, bussole e volpini mangiatutto

Le Marche insolite

a cura di Chiara Giacobelli

 

Quanti di voi hanno preso il sole alle Due Sorelle almeno una volta nella vita? Tutti. Quanti hanno romanticamente cenato nella Baia di Portonovo? Tutti.

Quanti hanno passeggiato di domenica lungo i sentieri del Conero? Tutti. E quanti invece hanno scoperto il percorso dei misteri? O imparato l’Orienteering con bussola e carta topografica? O ancora, si sono ingolositi con l’Enotrekking e affaticati lungo il Bike Day rosso? Molto pochi immagino!

Monte Conero lo conosciamo tutti, è il fiore all’occhiello di una regione già di per sé meravigliosa, eppure esso è ancora in grado di stupirci, attraverso una serie di aspetti e attività che davvero in pochissimi sanno.

Innanzitutto spendiamo qualche parola sul territorio. Il Parco del Conero copre un’area protetta di oltre 6000 ettari ed è stato istituito nel 1987. Oggi è gestito da un Ente autonomo e, con le sue file di corbezzoli, ginestre, lecci e pini, conserva un terzo dell’intero patrimonio floristico delle Marche. Ma l’aspetto botanico non è l’unico a rendere Monte Conero così speciale. Esso, infatti, è anche un importante luogo di transito e sosta lungo le rotte delle migrazioni primaverili, tanto che tra i rami dei suoi alberi nasconde rare specie di uccelli nidificanti, tra cui il falco pellegrino e il rondone pallido. Come se non bastasse, il monte conserva intatti alcuni strati geologici risalenti alla famosa era in cui i dinosauri si estinsero (sembra a causa di un asteroide) e per questo motivo esso è meta, ogni anno, di studiosi, geologici e ricercatori.

L’estate è senza dubbio il periodo dell’anno migliore per mettersi sulle tracce di antichi reperti, animali rari e piante introvabili. Il calendario delle attività messo a punto dalla Forestalp si sviluppa infatti per tutto il mese di agosto, fino al 10 di settembre. Partiamo dalle passeggiate. Quelle classiche vengono organizzate lungo i cosiddetti Anelli: quello Nord, che dalla frazione di Poggio prosegue fino a Pian Grande, aprendo a una vista mozzafiato sulla Baia di Portonovo; quello dei Boschi del Conero, ricco di punti panoramici e immerso nella macchia mediterranea; infine quello Basso, che corre lungo vigneti e uliveti. Per chi invece preferisce allontanarsi un po’ dalle tradizionali rotte turistiche, il suggerimento è di camminare fino a raggiungere la Chiesetta di Santa Maria di Portonovo (gioiellino architettonico in classico stile romanico, incastonato nel verde del bosco), oppure di perdersi nel Conero dei misteri, intrigante percorso che vi porterà alla scoperta delle Incisioni Rupestri e delle Grotte Romane.

In alternativa, ci si può calare anima e corpo dentro l’antica storia del Forte Altavilla di Pietralacroce, seguendo la linea delle falesie fino a sfiorare la città di Ancona. Se però la semplice passeggiata, seppur interessante, non dovesse bastarvi, ecco una serie di attività alternative molto divertenti. Montando in sella (ed essendo pronti a faticare un po’), c’è la possibilità di esplorare il Conero in Mountain Bike, scegliendo tra percorsi di diversa difficoltà; altra curiosa camminata è quella del cosiddetto Nordic Walking, con i famosi bastoncini tanto utili per muscolatura e articolazioni; oppure, per i più international, l’escursione in inglese (Conero’s Woods Ring) e, per i golosi, l’Enotrekking e il Nordic Walking di Gusto.

Assolutamente da non perdere sono poi le magiche notti che la Forestalp dedica al promontorio del Conero. Passeggiando al chiaro di luna, si imparerà a riconoscere le stelle, le costellazioni e anche a dove mettere i piedi nel buio! Infine, per i bambini c’è da impazzire tra giochi e iniziative di ogni tipo: l’Orienteering con tanto di bussola e carta topografica, il pomeriggio dedicato agli Artisti in erba e le escursioni in compagnia di Martino, il volpino mangiatutto. Attenzione però: tutte le attività vanno prenotate con anticipo!

 

Informazioni aggiuntive

  • citta: ANCONA
Devi effettuare il login per inviare commenti
Ripatransone - Castagnata 2017

Cosa Sapere

ANCONA
Genga - Festa d'autunno 2017

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina