Il piantone di Mogliano

L’olivo è una delle essenze arboree più tipiche del bacino del Mediterraneo e sono circa 2.400 anni che questa coltura è coltivata con successo nella nostra penisola, dal sud fino ai grandi laghi del nord che, con il loro elevato volano termico, permettono la vita a questa pianta tipicamente termofila.

Gli alberi di Piantone di Mogliano tappezzano in modo discreto le colline di tutta la Provincia di Macerata fino ad arrivare nelle aree più interne, ad altitudini anche superiori a 600 m.s.l.m. Il nome “Piantone” lascia immaginare alberi di olivo vecchi e maestosi, ma, in realtà, il Piantone di Mogliano è albero di bassa vigoria vegetativa con portamento contenuto ed assurgente. Numerosissimi sono i sinonimi del Piantone di Mogliano: lo chiamano semplicemente “Piantone” a Macerata, “Raggiola” a San Severino Marche, “Oliva riccia” a Pieve Favera, “Rosciola” a Tolentino, “Limoncella” a Monte San Martino. Il frutto è medio grande, perciò oltre che per l’estrazione dell’olio è utilizzato anche per mensa.La resa in olio è elevata con inolizione precoce.

L’olio è delicato, armonico ed equilibrato con colore tendenzialmente giallo è leggere sfumature verdi. Presenta un fruttato leggero con piacevoli note erbacee, unite a sentori di mela, pomodoro e mandorla. E’ un olio che si presta bene ad essere utilizzato a crudo, per esaltare, senza coprire, il sapore di pietanze delicate.

L’amministrazione Comunale, sempre attenta alla valorizzazione delle sue eccellenze aveva provveduto a far annoverare tra i prodotti agroalimentari tradizionali della Regione Marche l’olio monovarietale del Piantone di Mogliano (Supplemento n. 11 al B.U.R. Marche n. 43 del 5 aprile 2001) e, nel 2003 tramite l’Assessorato all’Agricoltura, ha partecipato alla costituzione di un’Associazione denominata il Piantone di Mogliano che si prefigge lo scopo di promuovere e divulgare questa varietà di olivo attraverso lo studio e la sperimentazione di nuove tecniche colturali finalizzate a valorizzare e far conoscere l’olio prodotto da questa varietà.

L’associazione il Piantone di Mogliano, insieme ai tecnici dell’ASSAM, ha già organizzato molti incontri sulle problematiche inerenti alla coltivazione dell’olivo ed in particolare del Piantone di Mogliano, nonché una prove di raccolta meccanizzata delle olive. Tutti gli olivicoltori Moglianesi possono iscriversi all’Associazione Il Piantone di Mogliano per far sì che questo “nostro” prodotto di qualità possa essere una vera fonte di reddito nell’ambito di una moderna azienda agricola multifunzionale.

fonte: www.comune.mogliano.mc.it

Informazioni aggiuntive

  • citta: MOGLIANO
Devi effettuare il login per inviare commenti

Altro in questa categoria:

Cosa Vedere

Cosa Sapere

MOGLIANO
Genga - Festa d'autunno 2017

Libri & Cultura

Vai all'inizio della pagina